Sostegno alle imprese Se l’Italia va da sola

Sostegno alle imprese
Se l’Italia va da sola

L’ Italia si affaccia al mondo con un debito che in ragione del 133% del Pil è diventato la vera corda al collo del Paese. Se a qualcuno sinora non è riuscito di tirarla è perché la Banca centrale europea è intervenuta e ha impedito il default. L’appartenenza europea è l’ancora di salvezza. L’Europa è però diventata suo malgrado terreno di conquista e quindi il campo di contesa fra le superpotenze Cina e Russia da una parte e un’America alla ricerca dello splendore perduto dall’altra.

La Brexit evidenzia la fragilità dell’Unione europea e i nazionalismi risorgenti ne intaccano alla base il consenso. Questo spiega perché tutti i contendenti, Stati Uniti inclusi, si rivolgano agli europei singolarmente Paese per Paese. Trattare con le singole capitali rende evidente la sproporzione tra le superpotenze e i vecchi Stati nazionali. Che peso contrattuale può avere la Grecia per esempio con suoi 10 milioni di abitanti al confronto con il miliardo e mezzo di cinesi? Spinti dal bisogno i greci hanno messo in vendita il porto del Pireo. Le imprese cinesi l’hanno acquisito in toto e reso punto di arrivo delle loro merci dirette all’Europa sud orientale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA