Percassi, Champions a Bergamo «Era un sogno, ora è un progetto»
Antonio Percassi

Percassi, Champions a Bergamo
«Era un sogno, ora è un progetto»

Il giorno dopo la conferma al terzo posto in Serie A (2° anno di fila), il presidente dell’Atalanta Antonio Percassi in un’intervista giudica la stagione «stratosferica». E spiega il progetto per portare la prossima Champions a Bergamo.

Il bel gioco simbolo di una stagione «stratosferica» più di qualsiasi record; la partecipazione alla Final eigth di Lisbona che già vale quanto un titolo; l’Atalanta come la Gioconda: il quadro più visto del mondo; la Champions da portare a Bergamo obiettivo per l’autunno, omaggio al territorio e alla sua gente. E l’assicurazione che dopo il Portogallo sul mercato si lavorerà «per migliorare la squadra, perché nel rispetto dei conti in ordine l’Atalanta sarà rinforzata, non indebolita».

Dopo la conquista del 3° posto Antonio Percassi fa il punto dello stato dell’arte. Perché l’Atalanta è sul podio per il secondo anno di fila (3° e 3° posto, dopo il 4° e il 6° precedenti) e tutti ci si chiede: e adesso?

pietroserina
Pietro Serina

Classe 1961, collaboratore de L’Eco di Bergamo dal 1976 per il calcio provinciale, poi è diventato redattore, caposervizio e dal 2011 inviato al seguito dell’Atalanta. Autore di tre volumi dedicati alla storia del club nerazzurro (La storia dell’Atalanta, 2007 e 2017), è ideatore della collana di almanacchi dedicata al calcio bergamasco e l’autore dei primi 30 volumi (1984-2014). Scrive di Atalanta per L’Eco di Bergamo ininterrottamente dal 1987.

© RIPRODUZIONE RISERVATA