Il grafene, l’ultima meraviglia scende in strada

Articolo. Bergamo sarà la nuova città che sperimenta questo materiale per asfaltare le vie più trafficate. Ma il nuovo materiale abbinato a innovazione di processo e a una tecnologia già sperimentata ha creato un prodotto che rilancia il valore della collaborazione fra competenze scientifiche diverse e dello stesso territorio

Lettura 4 min.

Bergamo asfalta le strade con il grafene

Il “materiale delle meraviglie” sulle strade della città.
Anche Bergamo si prepara ad avere strade asfaltate al grafene. E partecipare così al disegno della mobilità del futuro. Tecnologia e innovazione sono contenute nel brevetto depositato dall’azienda bergamasca Iterchimica, leader mondiale e attiva da 50 anni nel settore degli additivi per asfalti e che ora è pronta a scendere sui mercati con Gipave, l’ultimo nato. Il grafene, materiale che vanta due premi Nobel, è il segreto del nuovo asfalto: un materiale bidimensionale composto da uno strato monoatomico di carbonio - detto delle “meraviglie” proprio per le sue incredibili e quasi infinite applicazioni - dopo essere stato testato sulle vie provinciali di città come Roma (via Ardeatina) e Milano (sulla Milano-Meda) ora sarà sperimentato anche sulle strade di Bergamo.