< Home

Fabbriche 4.0 bloccate dal virus. La filiera digitale come leva di ripartenza

Articolo. Il cluster Fabbrica Intelligente lancia un allarme: la crisi virus ha interrotto la trasformazione digitale delle industrie. E presenta un piano schock per far ripartire il processo e ridisegnare la catena di rifornimento. Guardando alla prossima crisi globale

Lettura 6 min.

Nulla sarà come prima, tutta la fabbrica cambia

L’industria manifatturiera 4.0 guarda al dopo-virus. Lo fa preoccupata del ristagno che sta vivendo, legato all’emergenza. Il Cluster della Fabbrica Intelligente lancia un allarme sulla sopravvivenza dell’intero sistema. E, per attenuarlo, ha pronto un piano shock di misure. Perché c’è un altro fronte industriale che si è fermato insieme allo stop delle linee produttive, ormai per oltre il 65% delle nostre imprese. È il processo di trasformazione digitale in corso nelle aziende, la manifattura più avanzata e competitiva. E che ora si sta invece interrompendo. Il rischio reale è di perdere competitività, efficienza, resilienza e capacità di ripartenza.

Dubbi che stanno investendo perfino quella forza di flessibilità dimostrata in questi giorni sul territorio dal livello tecnologico e di innovazione delle industrie più colpite da questa emergenza (dall’automotive, al meccanico, al tessile, per esempio), capaci di mettere in campo alte competenze insieme a una disponibilità di tecnologia di punta (meccanica e meccatronica) per convertire con estrema rapidità i loro processi produttivi e rispondere con produzioni completamente nuove a un bisogno di presidi sanitari, mascherine, contenitori. Tutto sta vacillando. Ed è anche per questo che qualcuno ha già detto che dopo «molto cambierà e nulla non sarà più come prima» anche nell’industria.

Leggi altri articoli
Pmi, oltre 300 milioni del Pnrr ancora disponibili . Scopri come approfittarne
Sono ancora disponibili, e lo saranno fino al 31 di maggio, finanziamenti a fondo perduto e a tasso super-agevolato per le Pmi che hanno …

Dal Pnrr 360 milioni per le Pmi: mercoledì nel webinar gratuito scopri come ottenerli
Ci sono 360 milioni di euro del Pnrr a disposizione delle Pmi per investimenti nella transizione digitale ed ecologica, per lo sviluppo del commercio …

Gualini Spa: grazie ai finanziamenti di un bando aperta la sede a New York
Anche grazie agli oltre 685 mila euro di finanziamenti (270 mila a fondo perduto) la Gualini Spa di Costa di Mezzate ha aperto una …

«Così ho ottenuto i contributi ». Finanza agevolata , un imprenditore racconta
«Per ottenere i finanziamenti agevolati abbiamo puntato sui temi che fanno la differenza». Racconta così la sua storia Claudio Rimoldi, presidente della Vito Rimordi …