Il buon clima aziendale fa bene ai talenti

Possibilità di imparare in un ambiente creativo e dinamico. Essere innovativi e attenti a temi come qualità, crescita professionale e condivisione. Un’azienda diventa attrattiva se sa valorizzare le sue risorse interne.
Il nostro nuovo viaggio nelle soft skill ci porta a individuare strumenti e pratiche di miglioramento dell’ambiente di lavoro.

Sommario

Clima aziendale e soft skill
Da dove nasce la riflessione sul clima aziendale
Gli approcci classici al clima aziendale
La fallacia del Work-Life Balance
Dare al lavoro la qualità del tempo libero. Il caso Kilowatt
Autopoiesi e azienda
L’azienda come piattaforma per valorizzare le persone
Great place to work: classificare
Mars: investire sulle persone
Consapevolezza in azienda: il caso Lago
Organismo, non organigramma
Arte relazionale e clima aziendale [talk]
Capacity building in azienda
Checklist: Le componenti del clima aziendale

Clima aziendale e soft skill

Abbiamo parlato, ancora nei primi passi di Skille , dell’importanza di un’azienda di essere e sentirsi comunità. Si diceva, in quell’occasione, di quanto fosse necessario avere un approccio relazionale alla gestione delle risorse umane. Una visione orientata non solo ai numeri ma anche alle relazioni, alla cura delle persone, oltre che del personale.

Il “clima aziendale” è uno degli elementi di attenzione centrali per l’azienda comunità. Anche in questo caso, come per l’ open innovation , esso ha a che fare con la cultura organizzativa: tanto più l’azienda è basata su una condivisione delle strategie e delle direzioni da intraprendere, così come su strumenti di valorizzazione delle attitudini di ciascuno, tanto più il clima sarà considerato positivo - e tanto più l’azienda sarà una comunità.

Nel grafico tutte le componenti che si possono prendere in considerazione e che determinano il clima aziendale

Ragionare sul clima aziendale significa quindi non solo fare emergere gli strumenti di benessere e welfare che un’azienda mette a disposizione dei propri dipendenti. Vuol dire anche pensare alla gestione dei fattori di stress che il clima organizzativo e le relazioni che si creano dentro a un’azienda possono generare.
Anche in questo caso, dunque, per valutare e gestire il clima aziendale sono centrali le soft skill, che stiamo imparando a riconoscere sempre più come competenze non marginali delle risorse umane di un’organizzazione.

Da dove nasce la riflessione sul clima aziendale

La riflessione sul clima aziendale nasce alla fine degli anni ‘30, ad opera dello psicologo sociale Kurt Lewin, attento studioso delle dinamiche di gruppo e del riflesso di queste nelle organizzazioni.