Capizzone, lumino brucia un mobiletto Anziana muore soffocata in casa
Capizzone, i pompieri fuori dall’abitazione di Zamira Locatelli

Capizzone, lumino brucia un mobiletto
Anziana muore soffocata in casa

La vittima, 86 anni, è stata trovata senza vita venerdì 22 marzo nella sua abitazione dalla figlia.

Una donna di 86 anni, Zamira Locatelli, è stata trovata morta nella giornata di venerdì 22 marzo nella sua abitazione di Capizzone. L’anziana signora, vedova e madre di tre figli, secondo una prima ricostruzione sarebbe morta soffocata dal fumo sviluppatosi dall’incendio di un mobiletto ubicato nella stanza accanto alla quale lei si trovava.

A trovare il corpo senza vita è stata la figlia: la donna, arrivata sul posto come ogni giorno per far visita alla madre, ha suonato senza ricevere risposta. A quel punto si è decisa a chiedere aiuto per forzare la porta e, una vota all’interno della casa, ha trovato la madre in salotto, ormai deceduta, e l’interno dell’abitazione annerito dal fumo. L’unica traccia di un rogo veniva dalla stanza accanto, dove un mobiletto, sopra il quale era sistemato un lumino, era bruciato. Il fumo causato dall’incendio avrebbe causato il soffocamento dell’anziana, che sarebbe morta nella serata di giovedì 21 marzo.


Leggi di più su «L’Eco di Bergamo» in edicola il 23 marzo oppure acquistando a 0,99 euro la copia digitale sul sito www.ecodibergamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA