Masso di tre metri cubi in Val Serina Strada ancora chiusa - Foto

Masso di tre metri cubi in Val Serina
Strada ancora chiusa - Foto

Dopo la frana che ha interessato la parete rocciosa di Rosolo, il consiglio comunale ha inserito in bilancio la variazione di spesa per l’itervento di messa in sicurezza.

Un altro smottamento, la notte scorsa, dalla parete rocciosa di Rosolo, in Val Serina, in prossimità della frana che pochi mesi fa era scesa nella stessa zona, a poca distanza dal ponte sul torrente Serina. Un altro crollo a poche ore dalla convocazione del Consiglio comunale straordinario di Costa Serina, in cui è stata approvata una variazione di bilancio necessaria a poter utilizzare, al più presto, i fondi stanziati da Regione Lombardia proprio per interventi su vari fronti di frana.

L’altra notte, infatti, poco dopo la mezzanotte, un masso della grandezza di tre metri cubi si è staccato dal versante in località Rosolo, rotolando a valle. Fortunatamente, in quel momento non c’era nessuno sulla strada, la provinciale 27, asse viario della Val Serina. Una volta rotolato, il macigno non si è fermato sulla carreggiata, ma ha continuato il suo tragitto fino al fondovalle. Le sue tracce sono rimaste sulla strada, notate subito da qualcuno di passaggio, che ha lanciato l’allarme. La strada è stata immediatamente chiusa e lo resterà probabilmente almeno fino a stasera.

Leggi di più acquistando a 0.99 euro la copia digitale del 24 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA