Clusone, addio a Pier Antonio Brasi Storico presidente della Comelit

Clusone, addio a Pier Antonio Brasi
Storico presidente della Comelit

È morto giovedì sera Pier Antonio Brasi, imprenditore e storico presidente della Comelit di San Lorenzo di Rovetta.

È morto ieri sera, giovedì 14 giugno, Pier Antonio Brasi, imprenditore e storico presidente di Comelit group, l’azienda di progettazione e realizzazione di sistemi di sicurezza con sede a San Lorenzo di Rovetta. Pier Antonio Brasi, classe 1939, dopo una fiorente carriera calcistica nel Novara e nel Piacenza, si unì alla squadra Comelit nel 1963, per sostituire proprio l’attuale presidente Gianni Lazzari, arrivato nel 1961 e chiamato per la leva mentre era capo laboratorio e progettista dell’azienda. Nel 1998 riceve la nomina di Presidente e Amministratore Delegato. Oggi la Comelit, specializzata nella progettazione e nella realizzazione di sistemi di sicurezza, dalla videocitofonia all’antintrusione, dalla videosorveglianza alla domotica, dal controllo accessi all’antincendio, è guidata da Lazzari e sa Silvia Brasi, figlia di Pier Antonio Brasi, alla vicepresidenza.

Comelit ricorda Brasi con queste sue parole: «Qualcuno di voi, come molte altre persone fuori da qui, mi ha chiesto se ne è valsa la pena, il lavoro, la fatica, le delusioni, le notti insonni, la paura di sbagliare coinvolgendo collaboratori, soci, fornitori, ecc, ecc. Non mi sono mai, fortunatamente, dovuto fare questa domanda, ma vi devo una risposta, ed è “Sì!”. Sì, quando sento parlare sempre meglio di Comelit. Sì, quando vedo professionisti affermati promuovere e vendere con convinzione il nostro nome e prodotto. Sì, quando vedo i collaboratori di Comelit lavorare con passione e soddisfazione. Sì, quando li vedo crescere con Comelit. Le sfide le affronteremo con grande rispetto per le aziende più grandi di noi, ma senza tremare: la fatica non ci spaventa!».

I funerali si celebreranno lunedì 18 giugno presso la Basilica di Clusone, con partenza alle ore 15 dalla chiesetta di via San Defendente, della quale aveva curato con grande interesse la ristrutturazione. La camera ardente sarà allestita, fino a domenica sera, nella sua abitazione di via Milano 2, Clusone, e lunedì mattina presso la chiesetta di via San Defendente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA