Giro di Lombardia, chi paga i vigili? Ad Albino scintille tra sindaco e Vitali

Giro di Lombardia, chi paga i vigili?
Ad Albino scintille tra sindaco e Vitali

Il 13 ottobre la gara attraversa la città per 12 chilometri. Per il comandante dei vigili è incoerente con la legge che le grandi organizzazioni non paghino.

Il 13 ottobre la provincia bergamasca sarà attraversata dai corridori che partecipano al 112° Giro di Lombardia, un appuntamento importante che ad Albino, però, ha creato qualche frizione. Da una parte il comandante della Polizia locale di Albino, Giuliano Vitali, che ha messo in luce come «dallo scorso anno la nuova normativa prevede che per manifestazioni sportive organizzate da privati, le spese per il personale e per la mobilitazione di transenne e cartelli stradali necessari a regolare il passaggio dei ciclisti, sia a carico degli organizzatori». E quindi ha chiesto conto dei costi a Rcs sport Spa. Dall’altra, invece, il sindaco Fabio Terzi che giudica il tema del dibattere «superato fin dall’inizio, perché il comandante fa un rilievo tecnico che è giusto che faccia, ma tocca poi all’amministrazione se farsi pagare o meno».


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 23 settembre 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA