La storia di Sonia, una vita in alpeggio «Qui fin da quando avevo nove anni»
Sonia Arrigoni

La storia di Sonia, una vita in alpeggio
«Qui fin da quando avevo nove anni»

Vilminore: Sonia Arrigoni, classe 1974, gestisce da oltre 15 anni un’azienda agricola. È l’unica donna tra i 17 allevatori scalvini che conferiscono il latte alla Latteria sociale di Scalve.

Adenasso è una piccola frazione di Vilminore dove Sonia Arrigoni, classe 1974, gestisce da oltre 15 anni la sua azienda agricola. Una cinquantina di mucche con cui, durante l’estate, sale fino ai pascoli della Manina e Bellavalle, l’alpeggio che tanto ama. «Lo frequento dall’età di nove anni – dice – quando mio papà Fiorenzo vinse l’appalto per la sua gestione. Questo tipo di vita non mi entusiasmava molto anche perché non avevo una grande affinità con gli animali. Mi pesava poi sapere che i miei compagni passavano le vacanze estive giocando mentre io e mio fratello dovevamo lavorare e, una volta tornata in baita, dovevo pure fare i compiti delle vacanze. Ricordo che non riuscivo mai a finirli, ma fortunatamente i maestri Efisio e Maria erano di “manica larga” nei miei confronti». I ragazzi passavano in alpeggio l’intera estate poiché salivano a giugno e vi rimanevano fino all’apertura dell’anno scolastico. Sonia è l’unica donna tra i 17 allevatori scalvini che conferiscono il latte alla Latteria sociale di Scalve.


Leggi tutta la storia di Sonia acquistando a 0,99 euro la copia digitale de «L’Eco di Bergamo» di martedì 30 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA