Sistemata la croce dei minatori - Video «I bergamaschi hanno fatto squadra»

Sistemata la croce dei minatori - Video
«I bergamaschi hanno fatto squadra»

«Quando ci si mette tutti insieme, anche se le cose sembrano grandi, alla fine si riesce a portarle a termine». È quello che è successo con il progetto di restauro della Croce dei minatori di Colere, ai piedi della Presolana accanto al Rifugio Albani.

La croce è stata completamente rimessa a nuovo grazie al lavoro (materiale) degli Alpini di Colere, ma anche grazie alla partecipazione del Cai e al sostegno che molti bergamaschi hanno dimostrato attraverso la piattaforma Kendoo. Tante le persone che hanno contribuito: l’Impresa Poloni di Alzano, la ditta «Fratelli Abati», il Rifugio Albani, Simone Moro (che si è occupato del trasporto dei materiali in quota), ma anche le decine di persone che attraverso il portale Kendoo, la piattaforma del gruppo Sesaab dedicata al crowdfunding, hanno fatto la propria donazione. Tutti insieme con un obiettivo comune: dare nuova vita alla croce.

E c’è anche una novità: è stato realizzato anche un memoriale con vecchi ferri e un caschetto originale donato dai minatori di Colere. Sulla croce, infine, verrà posta una targa che ricorderà questo intervento. I video ripresi con un drone sono stati realizzati da Luca Belingheri.

Tutta la storia della croce di Colere acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 9 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA