Gardena e Pusteria Le Valli per Capodanno

Gardena e Pusteria
Le Valli per Capodanno

Le località turistiche delle «valli del Natale» brillano di luci dei mercatini, mentre nell’aria si perdono suoni di corni e zampogne e i villeggianti si inebriano con i profumi di vin brulé, biscotti speziati e ogni genere di dolci.

Le tradizioni non si discutono. Ma c’è chi ha deciso di dare un tocco insolito, un pizzico di originalità alle feste organizzando iniziative sempre nuove. Qualche consiglio allora per coloro che, dopo una discesa sugli sci o una ciaspolata, desiderano visitare luoghi che si discostano dall’aspetto frenetico e commerciale del Natale.
A Brunico di certo non mancano le casette di legno nel centro storico dal fascino medievale, sullo sfondo della cima innevata del Plan de Corones. Ma noi puntiamo verso la Oberstadt (città alta), trasformata in un luogo dedicato all’arte, alla quiete e al raccoglimento. Al Silent Point allestito tra le mura di Palazzo Sternbach i visitatori sono invitati a esprimere i propri desideri e pensieri su dei nastri, che, intrecciati fra loro, formeranno una composizione collettiva. Qui si trovano anche le Torri di sentimenti formate da libri in terracotta: ogni lettera dell’alfabeto rappresenta un sentimento della natura umana. Nel «bosco invernale» sono esposte, invece, maschere di argilla. Nelle vetrine, nei bar e nei negozi della Oberstadt si possono poi ammirare le opere realizzate da artisti locali.

Castello di Brunico - Messner Mountain Museum

Castello di Brunico - Messner Mountain Museum

Fra le altre attrazioni di Brunico, il Fienile dei profumi (via Bastioni) e il Natale d’incanto al Castello, dove Reinhold Messner ha aperto il quinto dei sei musei del grande progetto «Messner Mountain Museum», il MMM Ripa. Questo museo interattivo è dedicato ai popoli di montagna ed offre la mostra permanente «L’eredità delle montagne». Per chi volesse abbinare la visita alla città a una vacanza pre o post natalizia, la Val Pusteria offre una serie infinita di possibilità, anche se in questo periodo si va facilmente verso il «sold out». Fra le varie soluzioni, segnaliamo i Winklerhotels, un indirizzo da ricordare anche per le altre stagioni, in quanto sono aperti tutto l’anno: Lanerhof e Chalet Purmontes a Mantana, San Lorenzo, Winkler a Santo Stefano e Sonnenhof a Falzes sono i quattro gioielli della «collezione» e per la loro particolarità costituiscono anche la «più grande area Spa» della Val Pusteria (info: www.winklerhotels.com).

Qualche segnalazione per la Val Pusteria orientale e la vicina Valle Aurina . A San Candido, quando fuori nevica e fa particolarmente freddo, ci si lascia riscaldare dall’atmosfera spettacolare e calda del Dolomythos-Mercatino natalizio sotterraneo. A Campo Tures nel Castel Tures per bambini dai 6 ai 12 anni c’è «L’ora dei fantasmi», mentre in Valdaora c’è «L’ora delle favole», un viaggio mistico e magico nel bosco delle emozioni a Valdaora di Mezzo.

Punto di partenza imprescindibile per gli sciatori, a Sesto, il Bad Moos, dove si può uscire già con gli sci ai piedi. Gli impianti di risalita della Croda Rossa, appena fuori dall’hotel, permettono di godersi le piste, sempre ben preparate, del comprensorio sciistico Tre Cime Dolomiti. Complessivamente: cinque montagne collegate, 110 km di piste a innevamento garantito e di tutti i livelli di difficoltà, 31 moderni impianti di risalita. La stagione invernale 2019/20 presenta la nuova seggiovia a 8 posti Premium Hasenköpfl sul Monte Elmo. Per ritemprarsi dalle fatiche il Bad Moos - Dolomites Spa Resort di Sesto offre una Spa spettacolare, bagni allo zolfo, vasche all’ozono, rituali detox (info: www.badmoos.it).

Le piste della Croda Rossa davanti all'Hotel Bad Moos di Sesto, in Alta Pusteria

Le piste della Croda Rossa davanti all'Hotel Bad Moos di Sesto, in Alta Pusteria

Anche in Val Gardena, le tre sorelle Ortisei, Santa Cristina e Selva hanno allestito i tradizionali mercatini, ognuno però con caratteristiche peculiari differenti. A Ortisei ogni giorno si può assistere allo spettacolo dei cori e ascoltare i suoni dei corni di montagna. A Santa Cristina si può assistere ad esibizioni live di maestri scultori gardenesi. A Selva , famosa per il «Mountain Christmas», nella via pedonale del centro del paese è stata realizzata una striscia continua di luci lunga 350 metri con 12 riproduzioni in legno delle cabine della funivia. Selva si trova infatti nel leggendario Ski-Tour «Sella Ronda» con oltre 500 km di piste.

Molteplici le proposte per Capodanno. A Ortisei una suggestiva fiaccolata, a Selva altra fiaccolata e spettacolo pirotecnico, a Santa Cristina il Laser Show. Grande attesa per il 18 gennaio, quando si terrà il Val Gardena Ski Caching, un gioco, una caccia al tesoro all’aperto sulle piste da sci (info: www.valgardena.it).


© RIPRODUZIONE RISERVATA