• Mercoledì 02 Gennaio 2019
  • (0)

Capodanno - Anche feriti e intossicati allo scoccare della mezzanotte

Circa seimila persone hanno dato il benvenuto al nuovo anno in piazza Matteotti. Famiglie con bambini, giovani e meno giovani, bergamaschi e turisti hanno deciso di trascorrere la notte di San Silvestro in centro città. Scrupolosi i controlli prima dell'accesso alla piazza, e notevole la presenza delle forze dell'ordine. Alta la partecipazione anche agli eventi organizzati nella ex Reggiani e in piazza Dante. Accanto al divertimento di molti, però, lo scoccare della mezzanotte ha portato con sè qualche guaio. La situazione più grave per un 26enne di Spinone, colpito al volto da un razzo partito all'improvviso da una batteria di fuochi d'artificio che stava innescando insieme ad alcuni amici sul balcone di un'abitazione di Grone, dove stava festeggiando. Il giovane è ricoverato al Bolognini di Seriate, e rischia di perdere un occhio. Meno gravi le condizioni di una sedicenne, curata al pronto soccorso dell'ospedale di Treviglio per ustioni a un braccio e a una gamba causati da un botto. Si è invece rivolto all'ospedale di Romano un 26enne che si è tagliato con i cocci di una bottiglia di spumante. Pesanti le conseguenze di un incendio divampato attorno alla mezzanotte del 31 dicembre in un'abitazione di Colzate dove un gruppo di ragazzi stava festeggiando. Non è ancora stato possibile stabilire le cause del rogo, che ha distrutto il tetto dello stabile e reso inagibile la struttura, anche se fortunatamente non ci sono stati problemi per le persone. Bilancio pesante, infine, per l'abuso di alcol. Ben 18 giovani sono finiti al pronto soccorso per avere bevuto troppo: tra loro, sette adolescenti, di cui cinque ragazze.

Altri articoli
Guarda gli altri video