Folla di gente in Duomo per Papa Giovanni XXIII

Un fiume di persone in fila, composta, sin dalle prime ore del mattino, giustamente all'ombra per ripararsi dal caldo e dal sole di questi giorni, anche se a pochi metri c'è sempre un'ambulanza di servizio in caso di malori. Pellegrini, fedeli, ma anche semplici turisti di passaggio in Città Alta e in Piazza Vecchia. Papa Giovanni non chiude le porte a nessuno, ma aspetta l'abbraccio della sua gente: l'ingresso nella Cattedrale è libero e transennato per consentire di entrare da un lato ed uscire dall'altro secondo un percorso ordinato, prima di accedere al Duomo c'è il controllo da parte delle forze dell'ordine per garantire la massima sicurezza, con modi molto garbati e mai invasivi, con la richiesta di lasciare i caschi all'esterno e di mostrare quanto contenuto all'interno di borse e zaini. All'interno massima compostezza, tanta emozione, lacrime di emozione, ma anche tanti sorrisi di pace e serenità regalati dal contatto con il Papa Buono. Tante storie, come quella di una giovane coppia di sposini di Nembro freschi di nozze che ha voluto venire in Città Alta per rendere la loro giornata ancor più indimenticabile

Altri articoli
Guarda gli altri video