La classifica degli stipendi: prima Bolzano Bergamo sfiora la top 10 - Infografica
Gli appuntamenti
SERIATE SQUARE FOOD
dal28 al 30 aprile
Domenica 30 aprile L’Eco café in piazza Matteotti (area mercato)
La regina delle Orobie Foto del Giorno La regina delle Orobie

Nuova legge elettorale
l’urgenza rinviata

di Andrea Ferrari
Nuova legge elettorale l’urgenza rinviata

E’ evidente a tutti che il richiamo al Parlamento lanciato dal presidente della Repubblica sulla necessità e l’urgenza di approvare una nuova legge elettorale, è uno di quegli argomenti di discussione che appassionano i circoli politici e non certo le masse, assai più sensibili ai problemi concreti dell’esistenza, dal lavoro alla sicurezza. E tuttavia quel richiamo è di fondamentale importanza proprio per la vita ordinata e sicura dei cittadini, tanto più in un momento così difficile per l’Italia, per l’Europa, per il mondo, con la crisi economica che ancora non è alle spalle di una buona parte del Paese e morde larghi segmenti sociali a partire dai giovani, e con inquietanti brividi di razzismo, di rivolta, persino di guerra che agitano le giornate di tutti, anche dei più indifferenti e lontani dalle discussioni «romane» sulla politica.

Il libero mercato
ha ancora futuro

di Pino Roma
Il libero mercato ha ancora futuro

Col motto «America first», Donald Trump è riuscito a convincere gli elettori che il solo modo per rendere grandi gli Stati Uniti d’America sia quello di difendere le imprese nazionali dalla concorrenza estera. Da qui l’annuncio di «misure protezionistiche» come dazi doganali, tasse sul valore o sulla quantità delle merci importate, imposizione di certificazioni di sicurezza come condizione al permesso d’importare e quant’altro. Il fatto che idee simili siano accolte da vari consensi in molti altri Paesi, tra cui il nostro, merita qualche riflessione.

Telefoni cellulari e tumori
Prevenire meglio che curare

di Diego Colombo
Telefoni cellulari e tumori Prevenire meglio che curare

Il telefono cellulare può causare il tumore. Lo afferma una sentenza del Tribunale di Ivrea. L’Inail, l’Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro, dovrà risarcire un ex dipendente della Telecom, Roberto Romeo, ammalatosi di neurinoma del nervo acustico, un tumore benigno ma invalidante, causato dall’uso del telefonino per 15 anni per più di tre ore al giorno.

«Da Bergamo a Boston
per la medicina orale»

di Daniele Cavalli
«Da Bergamo a Boston per la medicina orale»

La sintesi, per la storia di Alessandro Villa, è che lui il bergamasco nel mondo ci è finito a farlo perché in Italia, dove sogna di tornare a lavorare, non c’era (e non c’è, almeno per il momento) spazio per la sua professione, che invece in alcuni paesi esteri ha cattedre universitarie dedicate e offre importanti prospettive di crescita lavorativa.