Non solo i nerazzurri Bastoni e Melegoni Ecco i nuovi ragazzi europei del ’99
Gli appuntamenti
Il lago dall’alto Foto del Giorno Il lago dall’alto

Un cambio di passo
di fronte ai populismi

di Roberto Chiarini
Un cambio di passo di fronte ai populismi

Tutto il mondo è in trepida - o viceversa preoccupata - attesa di conoscere se Trump, ora che si è insediato alla Casa Bianca, tradurrà in azioni di governo le promesse incendiarie fatte in campagna elettorale. Per quanto, alla resa dei conti, i fatti si possano scostare dalle parole, è bene comunque non farsi soverchie illusioni. Sono troppi gli indizi per non prendere atto che è iniziata una nuova era nella vita dell’Occidente e, per traslato, del mondo intero. «America first»: è la parola d’ordine che risuona dall’altra sponda dell’Atlantico. «Hard Brexit»: proclama dalla sponda opposta Theresa May.

Lorenzo Lotto
scrittore e psicologo

di Corrado Benigni
Lorenzo Lotto  scrittore e psicologo

La scrittura è stata una componente fondamentale nell’opera e nella vita di Lorenzo Lotto. Questo spiega perché la sua personalità sia eccezionalmente ben documentata per un pittore italiano del Cinquecento, e in particolare per un veneziano. Certo non può definirsi, rispetto ad altri artisti, uno scrittore a tutto tondo, come nel caso di Michelangelo, rimatore eccezionale, o come Leonardo Da Vinci con i suoi ottomila fogli di appunti, o venendo a tempi più vicini a noi, Filippo De Pisis e Alberto Savinio. Tuttavia per Lotto la scrittura epistolare è stata molto più di un semplice strumento di comunicazione funzionale.

Maestri dell’integrazione
generazionale

di Andrea Benigni
Maestri dell’integrazione generazionale

Baby boom è una definizione che evoca di primo acchito la prosperità. Primi anni Sessanta, record di nascite in Italia e il benessere che si diffondeva a macchia d’olio. Giocando con quell’espressione letteralmente esplosiva, salutiamo i nuovi vagiti titolari dei ragazzi nerazzurri in campionato, la festa che accendono nella famiglia atalantina, la ricchezza che portano in termini di punti in classifica, 38 (che valgono il sorpasso al Milan e la riconquista del sesto posto, importante in chiave Europa), e, chissà, domani in valore aggiunto per il patrimonio giocatori del club.

Da cantante a chef
I suoi piatti amati dai vip

di Rossella Martinelli
Da cantante a chef I suoi piatti amati dai vip

«Non sono gli anni che contano nella vita, ma la vita che metti in quegli anni», sosteneva Abramo Lincoln. E nelle 51 primavere di Stefano Gatti di Verdello convivono e si intersecano almeno quattro esistenze. C’è stato lo Stefano cantante, quello ribattezzato dalla stampa il «Supermolleggiato della Bergamasca», che a 13 anni aveva trionfato a «Canta Lombardia», per poi partecipare a Castrocaro e a Sanremo Giovani.

Analfabetismo di ritorno
L’Italia non sa leggere

di Diego Colombo
Analfabetismo di ritorno L’Italia non sa leggere

Sette italiani su dieci non capiscono bene l’italiano. Il 70 per cento della popolazione risulta al di sotto del livello minimo di comprensione nella lettura di un testo di media difficoltà. Soltanto meno di un terzo degli italiani è in grado di dimostrare, attraverso piccoli test linguistici e matematici, di capire effettivamente che cosa legge e di saper compiere un’operazione aritmetica elementare. Persiste, inoltre, un 5 per cento di analfabeti in senso stretto. Negli anni Cinquanta del secolo scorso l’analfabetismo in Italia toccava, addirittura, la quota del 30 per cento: nel Dopoguerra l’espansione senza precedenti dell’istruzione scolastica ha migliorato sensibilmente la situazione. In età adulta, d’altra parte, si deteriorano le competenze faticosamente costruite sui banchi di scuola: leggere, scrivere e anche far di conto.