La Tangenziale Sud si sblocca I sindaci: «Teneteci informati»
Gli appuntamenti
«Sopra lo smog» Foto del Giorno «Sopra lo smog»

Si fa largo Gentiloni
con l’avallo di Berlusconi

di Andrea Ferrari
Si fa largo Gentiloni con l’avallo di Berlusconi

Nella giornata delle consultazioni anche con i più minuscoli gruppi parlamentari e del brusco altolà della Bce sul caso Montepaschi, si comincia a delineare la soluzione di compromesso trovata da Mattarella e Renzi per dare uno sbocco alla crisi. E la soluzione si chiama Paolo Gentiloni a capo di un governo politico a termine, cioè che faccia la legge elettorale e guidi l’Italia quantomeno fino agli appuntamenti internazionali di primavera per poi andare a votare. Il governo dovrebbe essere sostenuto da una maggioranza più ampia di quella esistente, e gli sguardi si appuntano su Silvio Berlusconi.

Mps, agire in fretta
per salvarlo

di Francesco Anfossi
Mps, agire in fretta per salvarlo

Ecco la prima vittima eccellente della crisi di governo e della fase di instabilità politica che stiamo vivendo: il Monte dei Paschi di Siena, la più antica banca del mondo (1472, prima della scoperta dell’America), la terza d’Italia con i suoi 26 mila dipendenti e i suoi cinque milioni di clienti. Il Consiglio di vigilanza della Bce ha infatti negato la miniproroga di venti giorni che la banca guidata dall’amministratore delegato Marco Morelli aveva chiesto. Quella piccola moratoria serviva per arrivare a un quadro politico più chiaro, necessario a ottenere l’aumento di capitale di cinque miliardi di euro di cui l’istituto di credito ha bisogno per non fallire.

Peccato, ma ora
rialzati Atalanta

di Andrea Benigni
Peccato, ma ora rialzati Atalanta

Cos’è quel broncio? L’Atalanta è viva e forte, la classifica resta bellissima. Certo, consolare gli innamorati che ci restano male è sempre un compito ingrato quando la delusione è ancora fresca. Ma poi bisogna chiamare in campo la testa, aspettando che il cuore si plachi.

Voglio portar gli spagnoli
a sposarsi a Malpaga

di Rossella Martinelli
Voglio portar gli spagnoli a sposarsi a Malpaga

Da Zanica a Valencia, Francesca Brozzoni ha 28 anni e lavora per un’agenzia che organizza matrimoni in Italia. «Tutti puntano a Toscana e Puglia, io su Bergamo». Che lo sport non fosse la sua strada lo aveva capito subito Francesca Brozzoni, 28 anni, di Zanica, da cinque anni di stanza a Valencia. Perché ciò che la affascinava delle professioni del nonno – proprietario di un negozio di articoli sportivi a Solto Collina – e dello zio (Pierluigi Parravicini, allenatore della nazionale femminile di sci) non era la dimensione agonistica, bensì i tanti eventi collaterali che i due, ciclicamente, organizzavano nella cittadina dell’Alto Sebino. La seconda vocazione, quella per la vita al di fuori dai confini italiani, arriva un po’ più tardi ed è la diretta conseguenza di un’altra folgorazione: l’arte. Perché Francesca, allieva dell’istituto Vittorio Emanuele, ha la fortuna di imbattersi in un docente carismatico e dalla cultura sterminata, capace di infondere in lei e nei compagni la sete di sapere.

L’agricoltura come antidoto
al cambiamento del clima

di Diego Colombo
L’agricoltura come antidoto al cambiamento del clima

L’agricoltura contribuisce al cambiamento climatico e, a sua volta, ne subisce gli effetti, ma è l’unica delle attività umane che non solo può produrre gas serra, ma può anche assorbire anidride carbonica. Una coltura di mais produce lo stesso benefico di un bosco. Per questo bisogna fermare il consumo del suolo.