Papà aggredisce infermiere al P.S. Il Papa Giovanni: contestava l’attesa
Gli appuntamenti del weekend
Tags
Il lago d’Iseo visto da Predore Foto del Giorno Il lago d’Iseo visto da Predore

La salute? Va e viene

di Pierluigi Saurgnani
La salute? Va e viene

Con una recente sentenza il Tar di Brescia ha respinto il ricorso presentato dalla società Giramatica contro l’ordinanza del sindaco di Treviglio Giuseppe Pezzoni che ha limitato l’orario di apertura delle sale slot imponendo la chiusura dalla mezzanotte alle dieci del mattino.

I classici per tutti
Non solo ai licei

di Giovanni Cominelli
I classici per tutti Non solo ai licei

I licei classici sono in calo, ormai verso il 10% degli iscritti. Quest’anno i nuovi iscritti sono scesi al 5%. Fine della cultura classica? Verso una nuova età di barbarie? La conclusione è decisamente assai più larga delle premesse.

Inceneritori e sci
In Danimarca si può

di Emanuele Roncalli
Inceneritori e sci In Danimarca si può

Fra un paio d’anni, i danesi potranno sciare sul tetto del nuovo termovalorizzatore di Copenhagen. I lavori per la pista sono iniziati nel marzo 2013 e finiranno nell’estate del 2017. L’inceneritore dal nome impronunciabile, Amagerforbrændingen, alla periferia della capitale, oltre a bruciare rifiuti organici per produrre energia e riscaldare le case sarà anche centro per sport invernali.

Filippo e Matteo
a Londra con «Cubetto»

di Elena Catalfamo
Un robot insegna la tecnologia ai bimbi La loro start up a Londra vale 5 milioni

«Cubetto» è un robot che avvicina i bambini alle logiche della programmazione. Oggi è venduto in 46 Paesi nel mondo e la società che lo ha ideato, «Primo», vale 5 milioni di euro. Solo due anni fa «Cubetto play set» era un progetto nella testa di Filippo Yacob e Matteo Loglio, rispettivamente 26 e 25 anni, bergamaschi doc, che oggi vivono a Londra.

Sospiro di sollievo
Il Cagliari resta a -3

di Marco Sanfilippo
Sospiro di sollievo Il Cagliari resta a -3

Per l’Atalanta è stato un bel sospiro di sollievo. Il Cagliari avrebbe potuto agganciare i nerazzurri che sarebbero dunque piombati in terzultima posizione con i sardi, sia pure con il conforto degli scontri diretti a favore. Invece la pazza Inter di Mancini ha piegato per 2-1 in Sardegna il team allenato da Zola che dunque resta a -3 (che vale -4) dai bergamaschi.

Video del giorno