Malore sulla Brescia-Bergamo Muore una 61enne sul treno
Tags
Voglia di Natale Foto del Giorno Voglia di Natale

Il giovane Guglielmo

di Giorgio Gandola
Il giovane Guglielmo

Aveva vent’anni Guglielmo Marconi quando arrivò al dunque dei suoi esperimenti sulle onde radio. Una notte svegliò la mamma e la costrinse a raggiungere la sua camera da letto. In pigiama le mostrò una meraviglia: pigiando un pulsante sul tavolino, il campanello a due metri di distanza suonava.

L’abile Benigni
che piace a tutti

di Alberto Carrara
L’abile Benigni che piace a tutti

«Però, se anche il mio parroco parlasse così dei Dieci Comandamenti, e del Vangelo e di tutto il resto!». Si rammarica il giovane che ho di fronte. Gli dico di stare tranquillo. Il suo parroco non dispone della televisione, non ha fatto né l’attore né il regista. Insomma non è Benigni e non succederà mai che possa ammaliare lui e gli altri giovani della sua parrocchia, come ha fatto il grande giullare, nei giorni scorsi. Lo spettacolo ha suscitato, infatti, un consenso massiccio e trasversale. E meritato. Non so chi altro, nel mondo dello spettacolo, sarebbe stato capace di tenersi avvinti, da solo, dieci milioni di persone e per quattro ore su un argomento così.

Casoncelli in California
Un ristorante coi sapori orobici

Casoncelli in California Un ristorante coi sapori orobici

L’America la sta prendendo per la gola. Matteo Cattaneo, 38 anni di Bergamo, da otto vive a San Diego e da due anni ha inaugurato come co-owner la «Buona Forchetta», una pizzeria e vineria tra le più quotate del sito Tripadvisor. Era partito per un master in Giurisprudenza e ha scoperto la passione per la cucina facendo il cameriere per mantenersi agli studi. Per le festività propone le ricette della tradizione bergamasca. «Ho portato in tv in America il segreto degli scarpinocc della Valle Imagna che mi hanno insegnato all’Hotel resort and spa Miramonti». A Natale avrà il supporto di un altro bergamasco: Michele Quarenghi, cuoco del motociclista Valentino Rossi e ora del team Suzuky.

Chi crede in Dio campa
100 anni. Ma è vero?

Chi crede in Dio campa 100 anni. Ma è vero?

In Avvento, nella liturgia della Parola, il Signore promette spesso di venire a consolare il suo popolo. Nel Nuovo Testamento poi campeggia la promessa di consolazione fatta da Gesù agli afflitti che quindi si possono dire paradossalmente beati. Lo stesso discorso vale per quelli che piangono. Beati loro, perché poi rideranno. Dio stesso asciugherà le loro lacrime.

Video del giorno