I pericoli in città sulle due ruote
In 5 anni oltre 12 mila incidenti

Un lavoro durato un anno e che ha una funzione educativa ben specifica: segnalare quali sono i maggiori pericoli dei ragazzi che viaggiano sulle due ruote. È nato così un dvd di 7 minuti e un'ampia relazione che è stata elaborata dai ragazzi della 2ªH dell'Istituto Belotti.

Gli studenti hanno elaborato 70 ore di filmati resi disponibili da Atb dopo un anno di riprese effettuate sui pullman: su alcuni mezzi sono state infatti installate delle telecamere, posizionate dove guida il conducente, che hanno ripreso la strada e quindi evidenziato i pericoli e i comportamenti di chi viaggia sulle due ruote.

È nato così un dvd dove sono stati montati i momenti più salienti della guida sui ciclomotori, tra infrazioni, velocità eccessive e non rispetto dei diritti dei pedoni. Il dvd sarà consegnato a tutte le scuole per essere visionato, insieme alla relazione dove gli studenti del Belotti informano sulle condotte trasgressive e offrono un vero e proprio manuale di condotta. Allegata anche una relazione dettagliata della Polizia locale che ha analizzato gli incidenti avvenuti a Bergamo dal 2006 al 2011, specificando che il 9% di questi coinvolgono appunto ciclomotori.

Tra i dati più rilevanti, risulta che negli ultimi 5 anni sono stati 12.445 gli incidenti verificatisi in città, il 50.27% senza feriti e il 48,74% con feriti. In tutto sono decedute per incidente 45 persone: 29 conducenti, 2 passeggeri e 15 pedoni. Analizzando invece la fascia di età delle persone coinvolte, il 41% ha tra i 31 e i 50 anni mentre sono il 9% i ragazzi fino a 18 anni coinvolti in un incidente.
Interessante anche notare che la maggior parte degli incidenti con ciclomotore sono causati dall'alta velocità, ma anche dalla guida senza patente, da una guida in stato di ebbrezza e per repentini cambi di direzione con il proprio mezzo.

© riproduzione riservata

Oggi in Edicola

al cinema

Vivi Bergamo

SPM
PubblicitàSPM
SpecialiSPM
Pubblicità

I Comuni Bergamaschi