Lunedì 01 ottobre 2012

Sciopero nazionale dei traporti
Garantite fasce orarie dei pendolari

Sciopero nazionale di 24 ore martedì 2 ottobre nel trasporto pubblico locale. A proclamarlo unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti e Faisa Cisal «per il mancato rinnovo del contratto scaduto nel 2007». Le organizzazioni sindacali confermano la protesta, annunciata già a fine luglio. 

La nuova protesta, che si articolerà lungo l'intera giornata - ricordano le organizzazioni sindacali in una nota congiunta - segue ed «intensifica quella di quattro ore dello scorso 20 luglio e si svolgerà secondo diverse modalità territoriali e nel rispetto della garanzia dei servizi minimi e delle fasce orarie». A Bergamo le società di autotrasporto garantiranno il servizio dalle 6 alle 9,15 e dalle 12,30 alle 16. I sindacati Secondo Filt, Fit, Uilt, Uglt, e Faisa «chiudere in tempo il Contratto comporterebbe il consolidamento del processo verso il nuovo Ccnl della mobilità, elemento fondamentale di stabilità della categoria per il risanamento ed il rilancio del settore. Inoltre la sottoscrizione del contratto rappresenterebbe il riconoscimento del diritto degli autoferrotranvieri alla difesa dell'occupazione, del reddito, della quantità e della qualità del servizio offerto». «Senza il trasporto locale - sottolineano infine le organizzazioni sindacali - non vi può essere inoltre la ripresa delle attività economiche per uscire dalla crisi».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata