Martedì 05 novembre 2013

Famiglia, coppie di fatto, divorziati
Le 38 domande della Santa Sede

Il Vaticano ha inviato ai vescovi di tutto il mondo 38 domande che serviranno come preparazione per il Sinodo straordinario sulla Famiglia che avrà luogo nell'ottobre 2014. I vescovi hanno a disposizione fino alla fine di gennaio per rispondere al questionario, come ha chiesto il segretario del Sinodo, monsignor Lorenzo Baldisseri. Con tutte le risposte verrà elaborato un documento preparatorio sulla situazione nella società e nella Chiesa, con cui il Sinodo lavorerà per dare le risposte finali.

Il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, padre Federico Lombardi, ha spiegato che si tratta solo di un documento inviato alle Conferenze Episcopali di tutto il mondo. È un testo di carattere consultivo e non è nulla di insolito né di innovativo, fa parte della prassi abituale del Sinodo dei vescovi.

Il questionario appare in appendice al documento preparatorio del Sinodo sulla Famiglia convocato per il prossimo ottobre da Papa Francesco. Le 38 domande riguardano i temi più problematici della pastorale familiare, nel quale si chiede ai fedeli di esprimersi su temi come la contraccezione, le coppie di fatto, etero e gay, e la comunione ai divorziati risposati.

L'intento della Segreteria del Sinodo è quello di raccogliere proposte e non solo di fotografare la realtà nella quale la Chiesa è chiamata oggi a proporre il Vangelo di Cristo.

"Le seguenti domande - spiega una nota - permettono alle Chiese particolari di partecipare attivamente alla prearazione del Sinodo Straordinario, che ha lo scopo di annunciare il Vangelo nelle sfide pastorali di oggi circa la famiglia".

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags
Commenti (1) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
SuperMario scrive: 05-11-2013 - 17:31h
Grandissimo Papa Francesco Pastore moderno ed attento.