«Massi a rischio, segnaletica inesistente» A Colere strada abbandonata a se stessa

«Massi a rischio, segnaletica inesistente»
A Colere strada abbandonata a se stessa

«Scendendo dal Castello dopo il paravalanghe ci sono due massi pericolanti: il vallo è pieno e il paramassi di legno è rotto. Se piovesse forte scendono...». Questa la segnalazione che arriva via mail da un viaggiatore sulla strada provinciale di Colere che dal Castello di Colore verso Dezzo.

Ma non solo: «Le strisce bianche non vengono rifatte da 5 anni: ho controllato personalmente e con la nebbia è pericoloso. Servono per la sicurezza e quando c’e la nebbia. Così come Il ghiaietto non viene pulito a bordo strada, le buche non vengono tutte riempite in un tornante dopo il campeggio di Bratto: si vedono gli strati e addirittura il sedimento che avevano fatto i nostri antenati...».

Il paramassi rotto

Il paramassi rotto

Una strada, quella che scende dal passo della Presolana, abbandonata a se stessa. Questo, tra l’altro, non è l’unico caso: segnalacene commentando questa notizia.

Il masso a rischio

Il masso a rischio

Le buche sulla carreggiata

Le buche sulla carreggiata

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (1) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
MAURO BELINGHERI scrive: 11-04-2015 - 22:30h
Altro problema sono le piante che sovrastano la sede stradale "già segnalato" e che ho anche indicato come intervenire a costo zero per la provincia ma tutto tace...prima bisogna prenderne in testa una poi forse.... però in compenso i nostri illustri amministratori, continuano ad asfaltate la località manna...sono quasi tentato di fare causa alla provincia per palese spreco di denaro pubblico.