Opel Grandland X ti avvisa se sei stanco alla guida

Opel Grandland X ti avvisa
se sei stanco alla guida

Arrivano nuovi e maggiori particolari su Grandland X, il nuovo Suv della Opel che sarà presentato in anteprima mondiale al 67° Salone Internazionale dell’Automobile (IAA) di Francoforte (dal 14 al 24 settembre) e che poco dopo sarà disponibile nelle concessionarie.

Grandland X monta una gamma da prima della classe in fatto di sistemi di assistenza alla guida: l’allerta incidente con frenata automatica di emergenza, il rilevamento pedoni, l’assistente automatico al parcheggio e la telecamera con visione a 360°- tutti di serie nell’allestimento Innovation - sono solo alcuni esempi. Sistemi come il Cruise Control attivo con funzione di stop, che mantiene la velocità impostata e la distanza rispetto al veicolo che precede, frenando o accelerando Grandland X secondo necessità, aumentano ulteriormente la sicurezza. Inoltre la vettura è dotata di un altro sistema di assistenza molto importante, chiamato Sistema di rilevamento stanchezza guidatore, per la prevenzione dei colpi di sonno.

Uno studio condotto in Germania ha dimostrato che i colpi di sonno sono responsabili di un incidente mortale su quattro (secondo ADAC 1). I sistemi impostati per riconoscere i primi segni dell’affaticamento, che consigliano a chi guida di fare una pausa, si trovano comunemente su vetture di classe premium. Opel rende ora questi sistemi, di grande beneficio per la sicurezza, accessibili a un pubblico più ampio sul nuovo Suv che sarà disponibile a partire da 26.000 euro (prezzo chiavi in mano, Ipt esclusa). Il Sistema di rilevamento della stanchezza guidatore attiva un allarme se la traiettoria del veicolo indica che chi guida è affaticato o disattento. Il tutto avviene con un messaggio nello schermo del Driver Information Cluster e, poi, con un segnale acustico. Dopo tre avvisi di primo livello, viene emesso un allarme di secondo livello con un messaggio diverso nel DIC e un avviso sonoro più intenso. Il sistema viene resettato guidando a velocità inferiori a 65 km/h per 15 minuti consecutivi. “Il colpo di sonno è un pericolo per tutti gli utenti della strada, non solo per chi guida - ha dichiarato Peter Küspert, manager delle vendite di Opel -. Questa tecnologia è in grado di rilevare i tipici segni della stanchezza e ricorda a chi guida di fare pause a cadenza regolare durante i viaggi più lunghi, prima che accada il peggio”.

Opel Grandland X offre anche altri sistemi di sicurezza e assistenza alla guida. Il nuovo modello, che va a competere in un mercato molto combattuto come quello dei Suv, assicura anche un’ottima visibilità notturna senza accecare gli altri guidatori. I fari anteriori AFL LED - a richiesta - producono una luce bianca molto ampia che si adatta automaticamente alla situazione di guida. Questi fari hanno sette funzioni o fasci luminosi inseribili, come le modalità Luce urbana, Luce extraurbana e Luce autostradale. Da parte sua, Opel OnStar, oltre a offrire servizi come l’Assistenza per il furto del veicolo o l’hotspot Wi-Fi2 per una connettività eccellente, è in grado di aiutare a trovare un parcheggio o a prenotare una camera d’albergo. In caso di incidente, il sistema risponde automaticamente, mettendo i passeggeri in collegamento con un operatore in carne e ossa e non con una macchina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare