Domenica riaprono le porte dei castelli 17 meraviglie della Bassa bergamasca
Il castello di Malpaga (Foto by Colleoni)

Domenica riaprono le porte dei castelli
17 meraviglie della Bassa bergamasca

Torna la «Giornata dei castelli, palazzi e borghi medievali». E per quest’edizione, siti aperti anche oltre provincia. Dopo il successo dell’edizione primaverile, riprende domenica l’iniziativa «Giornate dei castelli, palazzi e borghi medievali della media pianura lombarda», che consentirà ai visitatori di ammirare 17 complessi storici.

L’appuntamento, in programma anche il 1° ottobre e il 5 novembre, è organizzato dall’Ufficio Iat di Martinengo e tocca anche tre nuovi Comuni oltre confine: Trezzo d’Adda (Milano), Pandino e Soncino (Cremona). L’iniziativa è stata illustrata ieri nella sala consiliare di Pandino, all’interno del castello visconteo che domenica sarà meta di visite guidate. A fare gli onori di casa il sindaco Maria Luisi, che ha evidenziato come l’evento sia una grande opportunità di richiamo turistico: presenti anche diversi sindaci dei Comuni che ospiteranno l’iniziativa. Diego Moratti, referente dell’Ufficio Iat di Martinengo ha spiegato: «Abbiamo creato un circuito storico che si allarga sempre più e varca i confini, toccando le province di Cremona e Milano, dopo essere partiti dalla Bassa bergamasca 4 anni fa. Un intero territorio che insieme può vantare un’offerta turistica di qualità, apprezzata nell’edizione primaverile da 13mila visitatori paganti, un trend che si ripete da due anni».

Le «Giornate» prevedono visite a Palazzo Visconti di Brignano Gera d’Adda e Gallavresi a Caravaggio, al borgo storico di Cologno al Serio, al castello colleonesco di Malpaga, a quello di Cavernago, a diversi edifici storici di Martinengo, al castello di Pagazzano, alla Rocca e a palazzo Rubini di Romano; a Palazzo Barbò di Torre Pallavicina e al castello Albani di Urgnano, al castello Oldofredi di Calcio e Barbò di Pumenengo. A Treviglio appuntamento con il Museo verticale della torre civica, che racconta i momenti salienti della storia trevigliese.

L’edizione autunnale propone anche le nuove visite ai castelli viscontei di Pandino e di Trezzo d’Adda, mentre a Soncino sarà possibile ammirare la rocca sforzesca e a Lurano (ma da domenica 1° ottobre) il castello - abitato e di proprietà privata -, che è stato trasformato in una sorta di casa museo.

La Rocca di Romano

La Rocca di Romano

Sarà garantito anche un servizio in pullman che da Bergamo (piazzale della Malpensata) porterà i visitatori ogni domenica in due luoghi differenti: il 3 settembre, tappa al borgo fortificato di Cologno e al castello di Pandino, con pranzo nella vicina località Gradella, che fa parte dell’associazione dei «Borghi più belli d’Italia». Per prenotazioni, informazioni su percorsi, dettagli degli orari, dei costi e delle iniziative di ogni Comune, è possibile consultare il sito www.bassabergamascaorientale.it, oppure telefonare allo 0363.988336 dell’Ufficio Iat – Pro Loco di Martinengo, dal lunedì al sabato, dalle 9 a mezzogiorno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA