Treviglio, picchiato in stazione Finisce sui binari, trauma cranico
Il binario dove è avvenuta l’aggressione (Foto by Cesni)

Treviglio, picchiato in stazione
Finisce sui binari, trauma cranico

É successo lunedì 7 agosto verso le 12.15 in stazione centrale a Treviglio.

Picchiato da un gruppo di uomini alla stazione centrale di Treviglio. Un aggressione in piena regola di cui ancora non si conoscono le motivazioni e i particolari quella avvenuta lunedì 7 agosto nella cittadina della Bassa. Secondo le prime ricostruzioni un viaggiatore sostava sulla banchina al binario 4 in attesa di prendere il treno, quando prendere il treno quando è stato affrontato e aggredito da un gruppo di persone e colpito ripetutamente alla testa.

L’uomo è scivolato ed è caduto tra il binario e il convoglio (passante per Varese) che fortunatamente era ancora fermo.

aggressione stazione treviglio

aggressione stazione treviglio
(Foto by Luca Cesni)

Sono stati poi gli stessi aggressori che prima di darsi alla fuga attraverso il sottopassaggio pedonale lo hanno afferrato e ritirato sulla banchina. L’uomo si è procurato un trauma cranico. Sul posto l’ambulanza del 118 per soccorrere l’uomo ferito. Sono intervenuti gli agenti della Polfer per i rilievi e le indagini e potranno anche usare le immagini delle telecamere per risalire agli autori del gesto che per ora rimane senza spiegazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (7) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Ugo Testa scrive: 07-08-2017 - 18:08h
Giusto Conrad. E non dar retta a tutti.
luigi.cozzini
luigi cozzini scrive: 07-08-2017 - 20:52h
pensi che non tutti danno retta a voi.
tibaut65
Luca Pedrali scrive: 07-08-2017 - 17:31h
A prescindere dalla nazionalità che potrebbe essere anche ovvia , concordo con Pontiggia : pene certe e severe altrimenti sarà sempre peggio poi espulsioni di massa ma coatte perchè abbiamo già i nostri e i rom , altri non li vogliamo ...e uso come Conrad il plurale maiestatis perchè il 90% la pensa così e anche molti sinistri cominciano a ricredersi.
Andrea Pontiggia scrive: 07-08-2017 - 17:02h
Boh io non capisco...farebbe differenza se il gruppo fosse straniero e avesse picchiato un italiano o viceversa? Oppure se fossero tutti stranieri o tutti italiani?? Il vero problema, anzi dramma, è che se anche venissero presi quasi certamente non si farebbero nemmeno un giorno di carcere
amilcare rossi scrive: 07-08-2017 - 15:00h
. . . .si aprono scommesse sulle generalita . . . . .100 a 1 che sono "fuori italy"
Vedi tutti i commenti