Due targhe saldate in una sola La nuova frontiera dei ladri d’auto

Due targhe saldate in una sola
La nuova frontiera dei ladri d’auto

È un bergamasco l’ignaro intestatario di una targa associata ad un’auto rubata e probabilmente usata per atti criminali trovata nella Brianza. Il numero di targa corrispondeva al suo ma in realtà era il collage fra due targhe differenti.

Quando la Polizia Locale l’ha controllata, su segnalazione di alcuni cittadini insospettiti dalla sua prolungata presenza, si è subito capito che c’era qualcosa che non quadrava. L’auto parcheggiata a Nova Milanese nella Brianza, infatti, aveva un numero di targa riconducile a un proprietario bergamasco ma il modello del mezzo non corrispondeva affatto. Solo dopo aver controllato il numero di telaio e da una più approfondita analisi della targa è stato risolto l’arcano. I fantasiosi «ladri» avevano saldato insieme due targhe diverse e composto un nuovo numero che effettivamente esisteva e risultava «pulito», ma si riferiva a un ignaro automobilista della provincia di Bergamo. Su entrambe le targhe era presente un taglio quasi invisibile che è stato scoperto solo dopo un’attenta analisi.

L’auto è risultata rubata a Milano il 14 aprile e sarà riconsegnata al suo legittimo proprietario. Nel frattempo, la Polizia Locale ha avvisato dell’accaduto il titolare della targa contraffatta, invitandolo a presentare querela contro ignoti. Gli uomini a bordo dell’auto rubata potrebbero aver commesso qualche reato a bordo del mezzo e le responsabilità sarebbero ricadute tutte sull’incolpevole e ignaro automobilista bergamasco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA