Discarica abusiva alla Fara Locatelli condannato a 18 mesi

Discarica abusiva alla Fara
Locatelli condannato a 18 mesi

Le sentenze per il caso dei rifiuti scaricati nell’area dell’ex Parco faunistico durante il crollo del 2009

Il giudice Gaetano Buonfrate ha emesso le sentenze per il caso dei rifiuti scaricati nell’area dell’ex Parco faunistico della Fara nel gennaio 2009 per contenere la frana avvenuta durante i lavori di realizzazione del parcheggio. Per l’accusa, sostenuta dalla pm Laura Cocucci,il «piede» di 20.425 metri cubi di materiale argilloso che secondo le difese era un argine allo smottamento, altro non è che una discarica abusiva. E discariche abusive, per la Procura, sarebbero gli altri due siti da cui proveniva il materiale: il terreno della Comunità Shalom a Villa d’Adda e quello di proprietà della famiglia Vatta a Carvico, dove era stato (ed è ancora) stoccato il materiale proveniente dallo scavo della galleria Parscera

Pierluca Locatelli è stato condannato a un anno e mezzo di arresto (il reato è contravvenzionale): l’imprenditore è stato ritenuto colpevole di tutti e tre i capi di imputazione (Fara, Carvico, Villa d’Adda). Andrea Fusco è stato condannato a 8 mesi per tutti e tre i capi, 6 mesi per Luca Milesi e Giovanni Rocca, 5 per Corrado Sora. Questi ultimi condannati solo per il caso della Fara. Tutte le pene sono sospese tranne quella di Locatelli.

Fusco e Locatelli dovranno inoltre risarcire Palafrizzoni di 35mila euro (se eseguiranno le opere di ripristino, 70 mila in caso contrario, ma sull’area della Fara sono ripresi i lavori del parcheggio), mentre per Carvico e Villa d’Adda dovranno versarne 50 mila a testa. Sempre Fusco e Locatelli si dovranno accollare gli oneri di ripristino delle 3 discariche, Sora, MIlesi e Rocca solo per la Fara.

© RIPRODUZIONE RISERVATA