Omicidio di Valtesse, l’esito dell’autopsia Nove coltellate al patrigno, una fatale

Omicidio di Valtesse, l’esito dell’autopsia
Nove coltellate al patrigno, una fatale

L’autopsia di Giuseppe Grillo, il 40enne ucciso lunedì pomeriggio a Valtesse, rivela le modalità dell’omicidio commesso da Vladislav Turcan.

Una ferita fatale, all’altezza dell’ascella sinistra, più altre otto coltellate e una martellata alla testa. È il risultato della furia scatenata da Vladislav Turcan, 23 anni, contro il patrigno Giuseppe Grillo, l’uomo di 40 anni ucciso lunedì pomeriggio a Valtesse. L’autopsia svolta nella mattinata di mercoledì all’ospedale Papa Giovanni XXIII ha ricostruito la sequenza delle ferite inferte al 40enne. Il giovane ha sferrato prima una martellata alla testa, spezzando il manico dell’arnese, poi si è servito di un coltellino e infine di un coltello da cucina. Solo una delle nove coltellate, quella inferta all’altezza dell’ascella, è stata fatale. Vladislav oltre che dell’omicidio del patrigno, con premeditazione, dovrà rispondere anche del tentato omicidio della madre Natalia, ferita alle braccia.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 10 agosto 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare