Ragazzo ricoverato per meningite Calcinate, scatta la profilassi

Ragazzo ricoverato per meningite
Calcinate, scatta la profilassi

È stato ricoverato venerdì per sospetta meningite: un 17enne di Calcinate ora è sotto osservazione all’ospedale Papa Giovanni XXIII.

La famiglia fa sapere che il ragazzo non è mai stato in pericolo di vita. Il giovane, per una decina di giorni, ha avvertito disturbi «di intensità non preoccupante o comunque non tali da far pensare, a noi genitori, che si trattasse di meningite», racconta il padre. La sintomatologia è stata poi ricondotta dai medici del «Papa Giovanni» a un possibile caso di meningite batterica; si è quindi innescato l’iter della profilassi per gli stretti familiari e per coloro che hanno intrattenuto contatti con il ragazzo nell’ultimo periodo. Il padre del 17enne ha rimarcato che «fortunatamente non è mai stato e non è attualmente in pericolo di vita. Il tutto risale a circa dieci giorni fa: domenica 25 giugno ha iniziato ad avvertire malori come vomito e febbre che però non ha mai superato i 37-38 gradi neppure negli orari serali. L’Ats ha richiesto alla segreteria dell’oratorio i nominativi non di tutti gli iscritti al Cre ma solo delle circa trenta persone, tra bambini, ragazzi e animatori, facenti parte della squadra che il giovane coordinava in qualità di animatore, per invitarli a sottoporsi a profilassi.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 3 luglio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA