Vaccini, a caccia di certificazioni Quattromila richieste in Bergamasca

Vaccini, a caccia di certificazioni
Quattromila richieste in Bergamasca

La corsa ai vaccini per chi deve iscriversi a scuola? A Bergamo non c’è.

I bergamaschi, se si guarda ai numeri delle richieste arrivate fino a ieri alle 3 Asst (Aziende socio sanitarie territoriali, cioè le ex Aziende ospedaliere che con la riforma hanno in carico anche l’erogazione delle profilassi vaccinali) Papa Giovanni di Bergamo, Bergamo Ovest e Bergamo Est, non sembrerebbero avere grossi ritardi per presentare i figli in regola al nuovo anno scolastico, secondo la nuova legge sui vaccini. Infatti, le richieste per le certificazioni superano di gran numero quelle per la somministrazione delle profilassi non ancora effettuate. In particolare a Bergamo, dove l’Asst Papa Giovanni (a cui fanno capo non solo il capoluogo e l’hinterland ma anche la Val Brembana e la Valle Imagna) ha cominciato a ricevere richieste a partire dall’ultima settimana di agosto, fino a lunedì scorso sono stati rilasciati un centinaio di certificazioni vaccinali una sessantina di prenotazioni per vaccini non ancora effettuati. Per quanto riguarda invece l’Asst Bergamo Ovest (ex Azienda ospedaliera di Treviglio), con il rilascio dei certificati (dal 15 giugno al 5 settembre) si è arrivati a una quota totale di 2.190, nel dettaglio quelli rilasciati dall’Ambito di Dalmine sono stati 780, da quello della Bassa 970 e dall’Ambito dell’Isola 440.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 8 settembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (1) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Massimiliano Chiodi scrive: 08-09-2017 - 16:06h
Ricordo quando avevo 16 anni e lavoravo la sera, la mattina, per passare il tempo frequentavo il vecchio SIPA ( Servizio Igiene Profilassi Ambientale ) che era situato al numero 40 di Via Paglia. In quello stabile era presente la medicina del lavoro, l’ufficio viaggiatori internazionali e il servizio di Vaccinazioni. Come volontario ho insegnato, aiutato gli infermieri ad imparare ad utilizzare Lotus 123, wordstar dbIII. Ho conosciuto anche il Dott. Morini, che ai tempi era il medico del reparto viaggiatori internazionali. C’erano un paio di computer IBM AS400 nel reparto che erano collegati alla sede ASL di via Gallicioli, con un database contenente tutti i dati delle vaccinazioni di tutti i residenti della provincia di Bergamo, compresi i miei. Ora, consultando con la CRS ( carta sanitaria regionale ) i dati relativi alle mie vaccinazione trovo solo le due che ho ricevuto quest’anno. Di quelle che avevo potuto consultare dal computer dell’Asl, nulla, non vi è traccia. Sarebbe stato utile, per tutti, consultare le vaccinazioni online, e ottenere i relativi certificati.