Venerdì 19 aprile 2013

Deltaplano: al Trofeo Malanotte
buona prova dei bergamaschi

Bergamo c'era. Al Trofeo Malanotte di deltaplano, organizzato dal Deltaclub Mondovì (Cuneo), che si è svolto lo scorso weekend nei cieli azzurri del cuneese, era presente un nutrito gruppo di piloti del club Volo Libero Bergamo.

Due giornate di gara, il 13 e il 14 aprile, con due task (manche) disputate dal decollo del monte Malanotte (1743 metri), sulle alpi Marittime, in località Prato Nevoso che si presentava ancora innevato ma con temperature da primavera inoltrata. Seconda edizione, quella di quest'anno, dopo la prima del 2011 e l'annullamento di quella prevista nel 2012 per ripetuto maltempo. Una quarantina i piloti iscritti per una competizione di valenza internazionale, inserita nel calendario del campionato italiano della FIVL (Federazione Italiana Volo Libero).

Il centro operativo quest'anno era fissato all'Hotel Commercio a Roccaforte di Mondovì, mentre l'atterraggio ufficiale era in località Beila. Belle giornate anche se la scarsa presenza di vento ha fatto attendere per diverso tempo i partecipanti sulla pedana di decollo. La mancanza di «termiche» di una certa entità ha inoltre impedito di raggiungere le quote necessarie per poter svolgere per intero i percorsi assegnati contraddistinti da «boe», punti virtuali da aggirare e confermare tramite il proprio gps (stessa dinamica dello sport della vela). Molti gli atterraggi fuori meta, in particolare nella prima giornata. Lo scarico delle tracce ha determinato la classifica che ha visto sul podio i rappresentanti della nazionale italiana iscritti alla gara, ovvero in ordine: Christian Ciech, Davide Guiducci e Suan Selenati.

I sette rappresentanti del volo libero di Bergamo, club più numeroso per presenze, si sono difesi bene: Davide Fumagalli ha ottenuto il quarto posto, quinto Edoardo Giudiceandrea, decimo Giovanni Cortesi, sedicesimo Fabrizio Giustranti, seguito al diciottesimo posto da Andrea Zani, quindi Luca Magnoni (il più giovane del gruppo al 26° posto) e infine Giacomo Caldara (ultimo, ma iscritto solo per la seconda gara). Questi dati confermano la presenza di tanti appassionati del volo libero nella provincia bergamasca, dove ogni anno approdano nuove leve, sia per il deltaplano sia per il parapendio.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata