Muore annegato davanti al figlio La vittima è un ingegnere 44enne
Le operazioni di soccorso a Grottammare

Muore annegato davanti al figlio
La vittima è un ingegnere 44enne

È morto sotto gli occhi del figlio di 10 anni con cui stava giocando in acqua a 20 metri dalla riva, mentre la moglie e l’altra figlia di 3 anni, insieme ai suoceri, hanno assistito alla tragica scena dalla spiaggia.

Luca Zendrini, ingegnere di 44 anni di Artogne, nel Bresciano, è stato portato a riva dai bagnini e rianimato per 15 minuti, ma non c’è stato nulla da fare. La tragedia è avvenuta domenica mattina verso le 11 a Grottammare, in provincia di Ascoli Piceno nella Riviera delle Palme. Luca Zendrini era arrivato sabato nell’appartamento all’interno di un residence che avevano prenotato per due settimane: con lui la moglie Micol Frassi, 44 anni di Darfo Boario Terme, medico reumatologo e specialista in malattie rare agli Spedali Civili di Brescia, i figli Valerio di 10 anni e Linda di 3 e i suoceri, Roberto Frassi e Bruna Franceschinelli di Darfo.

Non era la prima volta che la famiglia passava le vacanze a Grottammare, una città in cui si erano trovati bene negli anni scorsi. Luca Zendrini sarebbe dovuto rientrare a lavorare domani nella ditta «Guarnizioni Industriali Srl» di Paratico, con sede legale a Tavernola, dove era dirigente dell’ufficio tecnico, per poi raggiungere la famiglia nuovamente a metà settimana per trascorrere con loro un weekend lungo.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 19 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA