Francesca, emigrante al contrario «Ciao mamma, vado in Africa» -  Video
Francesca Gritti (Foto by Nicola Berti)

Francesca, emigrante al contrario
«Ciao mamma, vado in Africa» - Video

Da San Giovanni Bianco all’Etiopia con «Medici per l’Africa Cuamm»: la 34enne protagonista sabato 18 su Tv2000.

Il continente africano raccontato da giovani medici e cooperanti, attraverso le storie e i volti conosciuti durante le loro missioni. Lo propone «Ciao mamma, vado in Africa», serie in cinque puntate realizzata da Nicola Berti, con la sceneggiatura di Marco Lodoli, per Medici con l’Africa Cuamm e trasmessa da Tv2000, alle 19.30, dal 14 al 18 febbraio.

Francesca Gritti

Francesca Gritti
(Foto by Nicola Berti)

Protagonista della puntata di sabato 18 febbraio sarà Francesca Gritti, 34 anni, originaria di San Giovanni Bianco, oggi responsabile amministrativa di «Medici con l’Africa Cuamm» in Etiopia. Un paese in cui lavora dall’ottobre del 2015, dopo oltre due anni passati sempre con il Cuamm in Sud Sudan. In 25 minuti la puntata che la vede protagonista racconta proprio la sua partenza per l’Etiopia, dal borgo in cui vive con la famiglia, e i suoi primi mesi di lavoro tra Addis Abeba e il South Omo, una delle regioni più povere ed emarginate, ma anche affascinanti dell’Etiopia.

«Ho scelto di partire per l’Africa – spiega Francesca Gritti – anche per vedere da dove vengono i migranti. In Italia l’immigrato è l’ultimo degli ultimi e mi sono detta: vorrei vedere di là come vivono, perché decidono di partire. L’Africa è bella. Dovremmo essere tutti emigranti per un po’, per capire le motivazioni degli immigrati. Mi piacerebbe tornare in Italia e vedere trattare gli immigrati come qui trattano me: coinvolgendomi nella loro vita». La storia di Francesca Gritti è solo una delle tante che, nel corso degli oltre 65 anni di storia di Medici con l’Africa Cuamm, hanno avuto per protagonisti medici e volontari della Lombardia: sono oltre 210 quelli partiti con il Cuamm, di cui 27 solo dalla provincia di Bergamo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (7) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
amilcare rossi scrive: 17-02-2017 - 15:35h
. . . .. certo che ne ha di coraggio !!!
Conte Raffaello Mascetti scrive: 17-02-2017 - 17:04h
infatti..... coraggio o ingenuità o altro!! bho... cmq se è x fare del bene... ci sono senzatetto anche a bergamo e pure esodati..... a volere fare del bene non è necessario salire su un aereo
Paolo Paoletti scrive: 17-02-2017 - 15:16h
Prima di scrivere sciocchezze bisognerebbe aver conosciuto qualcuno dei medici del CUAMM o magari sentito parlare una volta don Luigi o don Dante. Quanto a chi blatera di denaro invito a conoscere il tipo di contratto che il CUAMM fa ai suoi medici.
e.capitanio76
emanuel capitanio scrive: 17-02-2017 - 14:43h
Questa bontà puzza di finzione...
amilcare rossi scrive: 17-02-2017 - 15:38h
. .. . . forse hai ragione , si vede che hai "ORECCHIO" !
luca paolo benedetti scrive: 17-02-2017 - 13:06h
ok, ma non facciamo passare per altruismo ,voglia di aiutare gli altri ecc ecc una scelta esclusivamente personale, forse fatta x voglia di girare il mondo e comunque con un bel contratto di lavoro in tasca...(il cuamm paga, no ?)
Vedi tutti i commenti