Bloccare il volantinaggio selvaggio? A Costa di Mezzate i vigili si fingono clienti

Bloccare il volantinaggio selvaggio?
A Costa di Mezzate i vigili si fingono clienti

Basta parabrezza tappezzati da volantini e brochure: i Comuni di Costa di Mezzate e Montello dichiarano guerra al volantinaggio abusivo. Multe salate in vista, a partire da 50 fino a 500 euro, a coloro che verranno pizzicati a infilare i depliant sotto i tergicristalli delle vetture in sosta nei due paesi.

L’attività, così come quella volta al contrasto dell’abbandono dei rifiuti e al controllo del territorio, è condotta dalla polizia locale di Costa di Mezzate e Montello, coordinati dall’unico comandante Mirco Pagani. Un’azione mirata alla tutela del decoro urbano. Infatti spesso gli automobilisti si liberano dei volantini lasciandoli per terra.

Oltre al controllo e alle sanzioni per i volantinatori colti sul fatto, la polizia locale si adopera per risalire a chi distribuisce il materiale. Infatti non tutti vengono individuati subito. «È capitato – spiega il comandante Pagani, anch’egli bersaglio dell’eccessiva solerzia dei volantinatori – che su uno di questi volantini si pubblicizzasse il ritiro di auto usate. Dunque, fingendoci interessati, abbiamo contattato telefonicamente il promotore dell’attività richiedendo un incontro fuori dal Comune di Montello. Una volta che la persona si è fatta trovare di fronte al municipio e ha ammesso di essere l’autore della distribuzione di quei depliant, è stata multata».

Le zone prese maggiormente di mira dai volantinatori, e nelle quali sono stati intensificati i controlli da parte degli agenti, sono il parcheggio della stazione, e quelli nelle immediate vicinanze dei municipi di Costa di Mezzate e di Montello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA