Bufala napoletana made in Bergamo La sfida (vinta) da due cugini di Casnigo

Bufala napoletana made in Bergamo
La sfida (vinta) da due cugini di Casnigo

Il «miracolo» della mozzarella di bufala alla maniera campana, ma in provincia di Bergamo, lo fanno due cugini originari di Napoli, Vittorio e Diego Corini.

Casari non per discendenza ma per vocazione, hanno costruito con le proprie mani un caseificio con annesso punto vendita su misura dei loro ideali artigianali. Un progetto partito quattro anni orsono, realizzato sulla base dei corsi e delle esperienze consumate da casari di lunga e consolidata fama con l’obiettivo di arrivare a riprodurre in Val Seriana il modello produttivo della tradizione campana partendo però da latte di bufala made in Bergamo. Ogni giorno si sobbarcano i chilometri che dividono Casnigo da Arzago d’Adda per prelevare il latte appena munto nell’allevamento di bufale dei Belloni alla Cascina Corneana Nuova. Due-tre quintali trasportati rapidamente a Casnigo per essere lavorati nella stessa mattinata dopo una termizzazione poco invasiva inferiore ai 60 gradi.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 4 agosto 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (2) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
buenavista727
Mirko Locatelli scrive: 04-08-2017 - 08:29h
Almeno queste bufale non hanno pascolato sopra o nei paraggi di qualche discarica abusiva come nella Terra dei Fuochi.
Michele Rega scrive: 04-08-2017 - 10:11h
Beh, sono bufale di Arzago d'Adda. Non è che la pianura padana brilli per qualità dell'aria e dell'acqua. E i terreni della "cosiddetta Terra dei fuochi" sono ben lungi dall'essere adibiti a pascoli come lei asserisce. Il suo commento è un tantino superficiale.
big.wolf085
Luca Ronchi scrive: 04-08-2017 - 05:13h
Non potrà mai essere come la vera mozzarella di bufala campana
Angelo Resnati scrive: 04-08-2017 - 07:46h
Esatto, potrà solo essere migliore. Come quella prodotta sulle montagne cuneesi.
emanuele degli esposti scrive: 04-08-2017 - 08:31h
Con tutte le sostanze inquinanti che girano in Campania non può che essere migliore
Michele Rega scrive: 04-08-2017 - 10:12h
Ma voi i dati di inquinamento della Lombardia li leggete?