Cascate del Serio, che spettacolo  Ecco le date di apertura dell’estate 2017

Cascate del Serio, che spettacolo
Ecco le date di apertura dell’estate 2017

Sono state annunciate le date di apertura delle cascate del Serio, un appuntamento estivo che ogni anno richiama migliaia di persone a Valbondione.

Nei primi chilometri del suo percorso il Fiume Serio forma i Laghi di Barbellino Superiore e Inferiore, e attraversa la località turistica di Valbondione, nel cui territorio sono localizzate le cascate del Serio: si tratta di un triplice salto per complessivi 315 metri, il più alto d’Italia e il secondo in Europa. Nel 1931, nel luogo in cui sorgeva un piccolo lago naturale, venne edificata una diga per la produzione di energia elettrica che interruppe il corso del fiume. Nel ’69 la diga aprì le barriere per far rivivere la bellezza delle cascate. Da allora, in accordo con ENEL, l’evento è ripetuto diverse volte lungo ogni stagione estiva.

Se le precipitazioni invernali garantiscono una riserva d’acqua sufficiente a garantire la buona riuscita delle aperture, i promotori organizzano cinque eventi nell’arco del periodo che va da giugno a ottobre, generalmente di sabato o domenica per consentire a quanti più curiosi e appassionati di godere dello spettacolo mozzafiato della natura che si scatena in tutta la sua forza, rovesciando a valle circa 10.000 metri cubi d’acqua.

Aperture 2017

20/08/2017 - Terza apertura, agosto

dalle ore 11:00 alle ore 11:30

17/09/2017 - Quarta apertura, settembre

dalle ore 11:00 alle ore 11:30

15/10/2017 - Quinta apertura, ottobre

dalle ore 11:00 alle ore 11:30

Particolarmente suggestiva è l’apertura in notturna che da qualche anno si svolge nel mese di luglio, talvolta accompagnata da una manifestazione enogastronomica dalla partecipazione facoltativa. Nell’occasione, i volontari della Croce Blu di Gromo accendono potenti motofari per illuminare i tre salti delle cascate, rispettivamente di 166, 74 e 75 metri, per complessivi 315 metri. La partecipazione richiede abbigliamento da montagna e l’uso di torce o pile frontali per la discesa in notturna, resa davvero emozionante dal serpentone di lucine che si snoda sinuoso percorrendo il sentiero verso valle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (4) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
fabrizio villa scrive: 07-02-2017 - 09:47h
io voglio farmi la doccia sotto come un samurai
STEFANO BARCELLA scrive: 06-02-2017 - 20:59h
Dopo aver visto dal vivo le cascate islandesi mi fa un po' sorridere questa cascata a cui aprono il rubinetto cinque volte l'anno
MattiaPrevitali
Mattia Previtali scrive: 07-02-2017 - 01:17h
Siamo tutti stupefatti
zetaf77
ivan milesi scrive: 09-02-2017 - 13:30h
Perche' lei non ha visto navi da combattimebto in fiamme al largo dei bastioni di Orione o balenare i raggi b nel buio vicino alle porte di Tannauser! Sennò avrebbe un'altra idea a riguardo...
Guido Riva scrive: 06-02-2017 - 20:20h
In un Paese che fa acqua da tutte le parti è il minimo che ci si aspetta!
pedemontisrma
paolo pedemonti scrive: 06-02-2017 - 18:07h
Alla faccia dell'anticipo...