Colere, un milione per il restyling «Obiettivo: sciare già da novembre»

Colere, un milione per il restyling
«Obiettivo: sciare già da novembre»

Cannoni sparaneve, piazzale e biglietteria a nuovo per la nuova stagione invernale.

Colere Ski 2200 fa sul serio e con una manovra da un milione di euro vuole togliersi di dosso il titolo – giornate di sciabilità parlando – di «Cenerentola delle nevi». Addio apertura dettata dalla prima vera nevicata e cancelletti sganciati per ultimi, come è successo anche la scorsa stagione: dalla prossima, anche a Colere si potrà sciare «dal 6 dicembre garantito e in futuro addirittura da novembre. Nei prossimi giorni partiranno i lavori di ammodernamento per un milione di euro: ci consentiranno di potere restare aperti da novembre ad aprile».

Luigino Ruffini, dallo scorso anno presidente della Società impianti risalita Polzone Albani (Sirpa) Spa che gestisce gli impianti di Colere, annuncia il suo piano con il piglio soddisfatto di chi sa di non dover dire grazie a nessuno «e per nessuno intendo gli enti pubblici: anche noi abbiamo avuto le nostre perdite, ma rispetto a Foppolo che ha preso un sacco di soldi da tutti, noi ci mettiamo del nostro». Previsto l’acquisto di cannoni e lance oltre alla revisione, dopo 35 anni, di tutto l’impianto elettrico. l’immobile della biglietteria verrà sistemato, inoltre sarà realizzato in legno il ricovero degli sciatori, con i servizi e il deposito degli scarponi. per le seggiovie ci vorrà invece ancora tempo e il sogno è accedere a qualche finanziamento regionale.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 22 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA