C’è Pomaria in Val di Non Dove la regina è la mela

C’è Pomaria in Val di Non
Dove la regina è la mela

Pomaria, la festa dedicata alla raccolta delle mele della Val di Non e alle eccellenze eno-gastronomiche trentine 0-40 km, prosegue nel suo percorso itinerante che, anno dopo anno, la vede cambiare sede per permettere ai visitatori di scoprire nuovi borghi.

Dopo le edizioni ospitate da Cles e Livo, il 2017 la vede ritornare nella storica sede di Casez che si arricchirà di numerose novità. Il reticolo di vie del suo centro storico impreziosito dai bei palazzetti patrizi si animerà con gli spazi degli espositori artigianali, i corner dedicati alla ristorazione, le postazioni riservate al cibo di strada, mentre le corti delle antiche dimore del borgo ospiteranno laboratori, incontri, mostre e degustazioni.

La raccolta delle mele 2017 sarà un po’ anomala, poiché la rigidità delle temperature primaverili ha compromesso il processo di sviluppo dei frutti, ma la particolarità di questa annata poco fortunata, che avrà poche mele, sarà un ulteriore stimolo a tornare per un altro anno nel centro storico di Casez con una manifestazione ancora più rappresentativa della ricchezza del contesto agricolo-pastorizio della valle trentina e delle aree circostanti.

Oltre alle mele, grandi protagonisti di Pomaria 2017 saranno tutti i prodotti legati all’enogastronomia della Val di Non, valle trentina che ha sempre incentrato il proprio sostentamento sull’agricoltura e l’allevamento di montagna. Con grande intelligenza, gli agricoltori e allevatori della zona hanno conservato le tracce del loro passato. Hanno preservato colture e tradizioni per custodire la memoria del territorio non solo in forma di documentazione, ma anche in forma di espressione di un percorso di secoli capace di rinnovarsi, proprio perché resta vivo senza dimenticare. In quest’ottica sono state conservate piante di frutta antica – mele come Bella di Boskoop, Calvilla Bianca Lunga, Contessa e pere come Buona Luisa d’Arvance - , riscoperti cereali particolari, varietà di patate, vitigni autoctoni come il Gropello, mantenuti gli alpeggi dove le vacche vengono portate d’estate e tenuti attivi caseifici sociali.

LE NOVITÀ 2017
Il 2017, proprio per celebrare nel migliore dei modi, il ritorno a Casez, offrirà ai visitatori nuove possibilità interattive per godersi la festa. L’annata anomala a causa del gelo primaverile sarà messa in scena con grande creatività dalla compagnia teatrale Koinè, specializzata nella produzione di performance legate a tematiche agricole e ambientali, coinvolgendo il pubblico.

Altra new entry sono i laboratori sulla cucina locale tenuti da alcuni chef della valle che interagendo con i visitatori faranno imparare loro come si preparano specialità succulente come i “tortei da patate” (la versione trentina dello gnocco fritto, anche se i veri intenditori lo preferiscono al forno) e la magia degli gnocchi di patate crude (sembra impossibile, ma, poi, stanno in forma), solo per citare alcune ricette.

Divertenti e creativi, gli show cooking di uno degli chef più noti del Trentino, Cristian Bertol, figura carismatica della popolare trasmissione televisiva “La prova del cuoco”. Sul palco svelerà i suoi segreti e realizzerà alcune delle sue apprezzate ricette, create per valorizzare la tradizione trentina e le materie prime locali. Nel corso di Pomaria, debutterà anche il suo ultimo libro fresco di stampa “Ricettario di montagna”.

Nuove anche le lezioni di cocktail. Il Trentino è la patria dell’Hugo - che nella ricetta originale unisce spumante Trentodoc (non prosecco!), sciroppo di fiori di sambuco, seltz e foglie di menta – e sull’onda del successo di questa fortunata miscela è nata la voglia di sperimentare, utilizzando grappe, sidro, succhi… Per provare a trovare nuove combinazioni in autonomia, gli appassionati potranno farsi guidare da barman esperti che daranno vita a vere e proprie lezioni durante le quali apprendere ingredienti, tecniche e segreti.

Inedita anche la mostra “I sapori dell’arte” che unirà creazioni artistiche di artisti locali e internazionali per celebrare l’unione tra creatività e gusto.

Info www.pomaria.org, www.visitvaldinon.it, www.stradadellamela.it , www.melinda.it



© RIPRODUZIONE RISERVATA