Capolavoro Atalanta fino al 75’, poi Higuain e Dybala infrangono il sogno. La Juve passa 3-1

Articolo. Big match della 13.a giornata. I nerazzurri dominano il primo tempo. Al 16’ Barrow manda sulla traversa un rigore, poi almeno altre due occasioni da gol nitidissime con Pasalic e Hateboer. Nel secondo tempo è ancora Atalanta con il vantaggio di Gosens all’11’. Fino al 75’è la partita perfetta, poi una doppietta di Higuain e un gol di Dybala infrangono i sogni nerazzurri.

Lettura 3 min.

Tesnione a mille per l’anticipo della 13.a giornata, a Bergamo arriva la capolista. Con lo stadio tutto esaurito i ragazzi di Gasperini cercheranno di imporre il loro ritmo nonostante le importanti assenze (Zapata, Ilicic e Malinovskyi). Maurizio Sarri, invece, deve rinunciare a Ronaldo e Alex Sandro e Rabiot. Partita importante per entrambe le formazioni: per i bianconeri i tre punti sono fondamentali per tenere a distanza di sicurezza l’Inter, per i nerazzurri un risultato positivo oltre che a essere di buon auspicio per la Champions di martedì contro la Dinamo Zagabria, servirebbe a scrollarsi di dosso la delusione per gli ultimi due risultati non certo esaltanti ottenuti in campionato prima della sosta della Nazionale.

Gasperini ha optato per Barrow che partirà dal primo minuto con lui Pasalic e Gomez e un centrocampo fitto con Hateboer, de Roon, Freuler e Gosens. Atalanta-Juventus sarà arbitrata dal signor Gianluca Rocchi di Firenze, coaudiuvato dai signori Peretti e Cecconi, al Var ci sarà Doveri.

Sintesi

Sintesi primo tempo. Inizio difficile del primo tempo per i nerazurri che poi con il passare dei minuti crescono. Al 3’ colpo di testa di Djimsiti alto, poi l’episodio che cambia la gara, il rigore concesso al 16’ per un fallo di mano in area di Khedira su cross di Gomez. Dal dischetto Barrow spiazza Szczesny, ma il tiro si infrange sulla traversa. Sulla respinta Pasalic di testa manda alto. Da questo momento in poi è dominio Atalanta che è pericolosissima in almeno due occasioni al 22’ con Pasalic, il cui colpo di testa è tolto dalla porta da Szczesny e poi al 24’ con Hateboer murato dalla difesa bianconera. Fino alla fine c’è praticamente solo l’Atalanta con un Gomez sulla fascia sinistra che è imprendibile e crea serissimi problemi alla retroguardia juventina. ATALANTA-JUVENTUS 0-0.

Sintesi secondo tempo. Anche i secondi 45’ partono con una bella Atalanta che dopo aver spinto all’11’ riesce a passare in vantaggio con un colpo di testa di Gosens su perfetto cross di Barrow. Il vantaggio è la giusta ricompensa per una partita sin qui perfetta dei ragazzi del Gasp. Al 75’ un episodio sfortunato causa il pareggio di Higuain. Dopo il pareggio la Juve è rinfrancata e Higuain raddoppia al 37’. Al 47’ Dybala chiude il match in contropiede. ATALANTA-JUVENTUS 1-3.

Le fasi salienti del match.

Secondo tempo

45’+7’: Fischio finale, grande delusione per i nerazzurri. ATALANTA-JUVENTUS 1-3

47’: GOL JUVENTUS. Dybala in contropiede infrange definitivamente il sogno nerazzurro. ATALANTA-JUVENTUS 1-3

41’: SOSTITUZIONE ATALANTA. Entra Traorè e esce Freuler

37’: GOL JUVENTUS. Ancora Higuain insacca alle spalle di Gollini. ATALANTA-JUVENTUS 1-2

33’: AMMONIZIONE ATALANTA.Gollini giallo per proteste sul gol di Higuain. L’Atalanta chiedeva un fallo di mano di Cuadrado all’inizio dell’azione del vantaggio.

33’: OCCASIONE ATALANTA. L’arbitro va a rivedere con il Var un presunto fallo di mano in area di Emre Can. Tutto regolare, si riprende a giocare gli ultimi 12’.

29’: GOL JUVENTUS. Con un bel po’ di fortuna Higuain mette alle spalle di Gollini il pareggio. ATALANTA-JUVENTUS 1-1

26’: CAMBIO ATALANTA. esce Gosens e entra Castagne

24’: CAMBIO JUVE. Esce Khedira e entra Emre Can

16’: AMMONIZIONE ATALANTA. Toloi per fallo su Higuain

12’: CAMBIO ATALANTA. Esce Barrow e entra Muriel

11’: GOOOOOOOOOOOOOOOOOL ATALANTA. Gosens infila con un colpo di testa su bel cross di Barrow.ATALANTA-JUVENTUS 1-0

23 NOVEMBRE 2019 SERIE A Atalanta - Juventus Nella foto: gol Gosens Robin (Atalanta B.C.)
(Foto by Magni Paolo Foto)

1’: Inizia il secondo tempo. Nessun cambio. Piove ancora a dirotto sul Gewiss Stadium

Primo tempo

48’: Duplice fischio dell’arbitro, primo tempo finisce 0-0

48’: OCCASIONE ATALANTA. Ancora Toloi e ancora Szczesny

47’: AMMONIZIONE JUVE. Cuadrado

45’: AMMONIZIONE ATALANTA. Giallo di Gosens per entrata da dietro su Dybala.

41’: AMMONIZIONE ATALANTA. Giallo per Freuler.

31’: OCCASIONE ATALANTA. Ancora Toloi dal limite blocca ancora Szczesny.

27’: AMMONIZIONE JUVE. Dybala giallo per proteste.

26’: SOSTITUZIONE JUVE. Entra Ramsey al posto di Bernardeschi che accusa un dolore al costato.

24’: OCCASIONE ATALANTA. Sempre dalla sinistra i pericoli maggiori creati dall’Atalanta. Ancora cross di Gomez, deviato da Szczesny, arriva sui piedi di Hateboer, fanno scudo due difensori della Juve di fronte alla porta.

22’: OCCASIONISSIMA ATALANTA. Szczesny si supera su colpo di testa di Pasalic, toglie letteralmente la palla dalla rete

16’: RIGORE ATALANTA. Barrow manda sulla traversa un rigore concesso per un mano di Khedira in area su cross di Gomez. Sulla ribattuta del penalty, il colpo di testa di Pasalic è alto. ATALANTA-JUVE 0-0

23 NOVEMBRE 2019 SERIE A Atalanta - Juventus Nella foto: il fallo di mano di Khedira in area
(Foto by Magni Paolo Foto)

14’: OCCASIONE ATALANTA. Toloi tiro cross, c’è sicuro Szczesny

9’: AMMONIZIONE ATALANTA. Palomino giallo per fallo su Higuain

7’: AMMONIZIONE JUVE. Higuain per fallo su Gollini

7’: OCCASIONE JUVE. Higuain lanciato a rete, Gollini esce molto bene in scivolata dall’area e anticipa il bianconero che lascia il piede e nel contrasto fa fallo sul portiere.

3’: OCCASIONE ATALANTA. Su angolo di Hateboer (conquistato su bella percussione di Pasalic), colpo di testa di Djimsiti, fuori di poco

1’: si gioca, stupendo come al solito l’impatto delle coreografie dei tifosi al Gewiss Stadium

Le formazioni

Atalanta:Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Pasalic; Gomez, Barrow. All. Gasperini.

Juventus: Szczesny; Cuadrado, Bonucci, de Ligt, De Sciglio; Khedira, Pjanic, Bernardeschi; Betancur; Dybala, Higuain. All. Sarri.