Mancano i presidi nelle scuole Tutti i movimenti su «L’Eco» di oggi
Gli appuntamenti
«La libertà è poesia» Foto del Giorno «La libertà è poesia»

Pensioni, i numeri
parlano chiaro

di Gigi Petteni
Pensioni, i numeri parlano chiaro

Gli italiani pensano che gli over 65 siano meno di quelli che sono in realtà e credono che ci siano molti più under 14 di quelli che il Paese può contare. Il calo demografico, ai ritmi attuali, potrebbe ridurre la popolazione di 300.000 unità in 5 anni. Siamo tutti contrari all’immigrazione clandestina, ma dovremmo ragionare su come aumentare quella regolare, «sparliamo» di immigrati ma non parliamo abbastanza di quanto emigrano i nostri giovani: tutti questi fattori riducono esponenzialmente il rapporto tra cittadini in età pensionabile e in età da lavoro, in un Paese in cui per ogni 2 pensionati ci sono solo 3 lavoratori. È questo il quadro tracciato dal presidente dell’Inps Tito Boeri che, cifre alla mano, ha messo in evidenza come questo Paese abbia bisogno di tornare a crescere in termini demografici, economici e occupazionali, anche grazie agli immigrati, pena l’implosione di un welfare che diverrebbe presto impossibile da alimentare.

Salute a tavola
Regole per tutti

di Elio Ghisalberti
Salute a tavola Regole per tutti

Seppure nascano comprensibilmente dalla volontà di difendere l’agroalimentare made in Italy, le reazioni rispetto alle indicazioni dell’Oms (Organizzazione mondiale della sanità) in merito alle accortezze alimentari da prendere a tutela della salute pubblica sembrano esagerate, talvolta fuori luogo. Cerchiamo dunque di fare chiarezza. La questione nasce alcuni mesi orsono quando l’ente pubblica «Time to Deliver» uno studio che individua le accortezze da prendere per aiutare tutti coloro che soffrono di malattie o disfunzioni che insorgono a causa delle abitudini alimentari. A corredo l’Oms stila un elenco di modifiche e attenzioni da mettere in atto per prevenirle: l’assunzione di tabacco e alcol, dieta non salutare, inattività fisica. Ed a proposito di dieta non cita alcun prodotto specifico ma indica genericamente ciò che è risaputo, ovvero la necessità di ridurre nella dieta i cibi ricchi di zuccheri, di grassi e soprattutto di sale, suggerendo di utilizzare misure atte a diminuirne il consumo.

Marco, pasticciere
felice a Londra

di Andrea Taietti
Pasticcini, parole e un tocco di magia Marco: «Londra mi ha dato fiducia»

Marco Marcantoni, da Barbata alla capitale inglese. In Italia solo porte chiuse, Oltremanica subito un lavoro. Ora ha scritto un libro sulle sue ricette di pasticciere: «Sono felice di essere riuscito a rendere una delle mie passioni un lavoro» afferma sorridente Marco Marcantoni, trentaquattrenne originario di Barbata, che da tre anni e mezzo vive a Londra, dove lavora come pasticcere in un ristorante di lusso del centro. Marco ha, da sempre, quattro grandi passioni, «la scrittura, la pasticceria, il calcio e la prestidigitazione - racconta - e qui in Inghilterra, oltre che essere diventato un pasticciere di professione, continuo a coltivarle tutte».

Turisti e pellegrini
Due strade parallele

di Diego Colombo
Turisti e pellegrini Due strade parallele

Il turismo è diventato un aspetto sempre più centrale nell’economia dei Paesi e nella vita delle persone. Territori, in crisi su altri versanti, cercano nel turismo una via di rilancio, coinvolgendo non soltanto gli addetti ai lavori ma anche ulteriori attività. L’uomo contemporaneo della società liquida si sforza di ritrovare se stesso in esperienze sempre più varie. La ricerca fondamentale è quella di una ricostituzione del benessere psicofisico, logorato da ritmi convulsi e ripetitivi.