L’abbraccio degli universitari a Brescia Veglia di preghiera per ricordare Veronica
Gli appuntamenti
La meraviglia della montagna Foto del Giorno La meraviglia della montagna

L’incuria del clima
Vittime ed azioni

di Francesco Anfossi
L’incuria del clima Vittime ed azioni

Da almeno vent’anni l’Italia sta combattendo una guerra, con molte vittime. Dal 1999 al 2018 infatti il nostro Paese ha registrato 19.947 morti riconducibili agli eventi meteorologici estremi (bombe d’acqua, uragani, mareggiate, frane, alluvioni, allagamenti, tracimazioni, smottamenti, slavine e quant’altro). Tutti eventi causati dal surriscaldamento della Terra. È quanto risulta dal cosiddetto «indice di rischio climatico» di Germanwatch, prestigiosa organizzazione non governativa tedesca che cerca di influenzare attraverso studi e ricerche le politiche pubbliche in materia di commercio e ambiente.

Nato, 70 anni di pace
Divisa sulle sfide future

di Giuseppe D’Amato
Nato, 70 anni di pace Divisa sulle sfide future

Mai in passato prima d’ora i leader dei Paesi della Nato sono apparsi così divisi tra loro. Per due giorni a Londra i ventinove membri dell’Alleanza atlantica celebreranno i 70 anni dell’organizzazione militare e si interrogheranno sul daffarsi. Le sfide non mancano, ma preoccupano - e non poco - i litigi e l’ordine sparso con cui si intendono affrontare questioni vitali. L’agenda dei lavori è fittissima: si va dalla riforma dell’Alleanza alle spese dei singoli Stati fino alle concrete risposte da dare a Russia e a Cina.

«Da Ambivere alla Russia
ora abbatto i muri culturali»

di Federico Errante
«Da Ambivere alla Russia ora abbatto i muri culturali»

«Ragazzi, aprite le ali e volate». E se il monito arriva dalla fredda San Pietroburgo prende ancor più forza. Michela Guerini, 24 anni, è nel pieno dell’esperienza alla Higher School of Economics, una delle più quotate università al mondo in materia economica e manageriale. La migliore della Russia, tra le primissime in Europa. Una scelta forte, decisa e chiara. Esattamente come lei. Con la sua «erre» particolare, la bionda chioma, il carattere solare e una proprietà di linguaggio figlia di un background costruito con tempo e pazienza, ma soprattutto passione. Quella per la lettura, ma anche quella per la pallavolo lasciata due anni fa e che l’ha vista raggiungere la serie B2 in maglia Brembo Volley nel ruolo di schiacciatrice.