Negozi chiusi, in 10 anni affitti su del 50% Gli immobiliaristi: «Decide il mercato»
Gli appuntamenti
«Tramonti, quelli belli...» Foto del Giorno «Tramonti, quelli belli...»

Il premier Conte
a rischio isolamento

di Andrea Ferrari
Il premier Conte a rischio isolamento

Il governo traballa ma non cade. Almeno non ora. Traballa sotto il peso della campagna elettorale dei partiti cosiddetti «alleati» che hanno preso in ostaggio la legge di Bilancio (elaborata a via XX Settembre con la benedizione del governatore della Banca d’Italia Vincenzo Visco) per conservare o aumentare i voti, per il momento soprattutto in vista delle elezioni regionali a cominciare da quelle in Umbria. E così sia Matteo Renzi che Luigi Di Maio strattonano Conte perché rispetti le loro pressanti esigenze senza discutere troppo,e quando quest’ultimo reagisce con un tono da leader («Chi non fa lavoro di squadra è fuori del governo») quale egli crede di essere pur non avendo un esercito al seguito, Di Maio lo richiama bruscamente all’ordine ricordandogli che siede ancora su quella poltrona di Palazzo Chigi perché il Movimento ce l’ha messo e se la vuole conservare deve «ascoltare» i suoi benefattori.

il populismo ora
ha più colori politici

di Roberto Chiarini
il populismo ora  ha più colori politici

Martedì, nella piazza mediatica di Vespa, nel weekend, nelle piazze vere di Porta San Giovanni a Roma e della Leopolda a Firenze, i due Matteo hanno affidato il loro rilancio a un pubblico duello. Un modo come un altro per guadagnare visibilità sui media, fornire agli avversari una prova di forza, rinsaldare il vincolo di fedeltà dei propri seguaci. È un modo insolito comunque, per almeno tre motivi. I duelli si tengono di norma non nel pieno della legislatura ma in chiusura della campagna elettorale; tra i due principali competitor e non tra il capo dell’opposizione e un socio minoritario della maggioranza; tra due forze di eguale consistenza elettorale e non tra una dieci volte più grande dell’altra. L’anomalia è presto spiegata. I due Matteo hanno tutto da guadagnare a mettersi in vetrina. Inoltre il duello è un modo obliquo per oscurare e spiazzare il terzo incomodo per entrambi: il premier Conte.

Il primo tempo
di Roma
per Manchester

di Andrea Benigni
Il primo tempo  di Roma  per Manchester

L’Atalanta, per stessa ammissione di tecnico e dirigenti, sta vivendo la straordinaria – in quanto inedita e al contempo elettrizzante per la caratura – avventura della Champions League come una scuola di vita calcistica. E nonostante le due sconfitte con Dinamo Zagabria e Shakhtar Dontesk – o forse proprio grazie ad esse – sta imparando in fretta, a dimostrazione della bontà del piano di lavoro (pluriennale) impostato con Gasperini.

Collaudatore globetrotter
«La mia vita in viaggio»

di Andrea Taietti
Collaudatore globetrotter «La mia vita in viaggio»

L’anno scorso ho passato 322 giorni in viaggio, ho volato per 350 mila miglia, la Luna ne dista 250 mila…», inizia così «Tra le nuvole», film del 2009 diretto da Jason Reitman, basato sull’omonimo romanzo, scritto nel 2001 da Walter Kirn, in cui Ryan, il protagonista, è interpretato da George Clooney. E così, con numeri leggermente al ribasso, ma neanche troppo, potrebbe iniziare a raccontare i suoi ultimi vent’anni di vita anche Fabio Poli, quarantacinquenne originario di Vertova.