Redditometro, Terzi e Magoni al top Malanchini «sotto» di settemila euro
Gli appuntamenti
il 22 luglio
Nata dalla volontà di promuovere le specialità locali della Val Taleggio, la tradizionale Sagra del Taleggio di Peghera festeggia la sua decima edizione domenica 22 luglio.
«La libertà è poesia» Foto del Giorno «La libertà è poesia»

Marchese de Milan
e Pilato svizzero

di Roberto Belingheri
Marchese de Milan e Pilato svizzero

Il Marchese del Grillo ha sempre ragione. Io so’ io, ed è meglio sorvolare su chi siete voi. L’Atalanta ieri dev’essersi sentita un po’ come quei poveracci arrestati insieme al nobile romano, nei cui panni si era calato un meraviglioso Alberto Sordi. Lui, salvato in extremis insieme al suo servitore, se ne va in carrozza e fa pure incarcerare per due mesi, anzi quattro, il brigadiere che non l’ha riconosciuto e quindi privilegiato. Loro, i poveracci, restano lì, nei guai e pure sbeffeggiati. Il mondo gira così. Non è il caso di vestire i panni di Calimero, per carità. Non lo fa (tranne qualche spiffero) l’Atalanta, che pure ne avrebbe mille motivi, figurarsi se lo si fa qui, dove i panni dei tifosi vanno svestiti, per cercar di ragionare.

Ministro in bilico
Equilibri fragili

di Andrea Ferrari
Ministro in bilico Equilibri fragili

Con la mediazione del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, leghisti e grillini hanno finalmente trovato un compromesso tra loro e con il ministro dell’Economia sulle nomine al vertice della Cassa depositi e prestiti. Sul risultato dell’intesa raggiunta a Palazzo Chigi sono subito scattate le interpretazioni su chi abbia vinto e chi perso in una partita di potere che si trascinava da settimane: secondo gli esperti, Tria avrebbe «ceduto» ad un nome gradito a Di Maio come amministratore delegato della Cdp in cambio di mano libera nella nomina del direttore generale del Tesoro, il burocrate più importante del suo ministero (una carica occupata da Mario Draghi all’epoca di Ciampi). Chissà.

Marco, pasticciere
felice a Londra

di Andrea Taietti
Pasticcini, parole e un tocco di magia Marco: «Londra mi ha dato fiducia»

Marco Marcantoni, da Barbata alla capitale inglese. In Italia solo porte chiuse, Oltremanica subito un lavoro. Ora ha scritto un libro sulle sue ricette di pasticciere: «Sono felice di essere riuscito a rendere una delle mie passioni un lavoro» afferma sorridente Marco Marcantoni, trentaquattrenne originario di Barbata, che da tre anni e mezzo vive a Londra, dove lavora come pasticcere in un ristorante di lusso del centro. Marco ha, da sempre, quattro grandi passioni, «la scrittura, la pasticceria, il calcio e la prestidigitazione - racconta - e qui in Inghilterra, oltre che essere diventato un pasticciere di professione, continuo a coltivarle tutte».

Turisti e pellegrini
Due strade parallele

di Diego Colombo
Turisti e pellegrini Due strade parallele

Il turismo è diventato un aspetto sempre più centrale nell’economia dei Paesi e nella vita delle persone. Territori, in crisi su altri versanti, cercano nel turismo una via di rilancio, coinvolgendo non soltanto gli addetti ai lavori ma anche ulteriori attività. L’uomo contemporaneo della società liquida si sforza di ritrovare se stesso in esperienze sempre più varie. La ricerca fondamentale è quella di una ricostituzione del benessere psicofisico, logorato da ritmi convulsi e ripetitivi.