Bergamo senza confini
Da Bagnatica a Mosca per la cyber security

Da Bagnatica a Mosca
per la cyber security

«Il mio posto nel mondo è e sarà sempre Bagnatica, nello specifico Cassinone, dove sono nato e cresciuto, posso vivere altrove, ma l’Italia e la provincia di Bergamo saranno sempre il posto che associo alla parola “casa”» racconta Alessio Aceti, trentaquattrenne originario di Cassinone, che da due anni vive e lavora a Mosca. «La mia decisione di spostarmi è stata dettata dal lavoro e ha radici relativamente lontane». Alessio, infatti ha deciso cosa avrebbe voluto fare da grande all’età di 8 anni. «Un giorno – dice – ho visto il marito di mia cugina con un portatile e ho desiderato subito averne uno. A 11 anni ho avuto il mio primo pc e l’ho sezionato praticamente subito».