Gli appuntamenti
il 16 dicembre
Bancarelle e idee regalo domenica 16 dicembre dalle 9 alle 19 nel centro del paese.
«Pesca al lago d’Endine...» Foto del Giorno «Pesca al lago d’Endine...»

L’Europa solidale
vantaggio per tutti

di Alberto Krali
L’Europa solidale vantaggio per tutti

Sono quattro i Paesi più grandi d’Europa: Germania, Francia, Gran Bretagna e Italia. Di questi tre sono in difficoltà e solo uno gode di ottima salute. Il problema che si pone è perché a molti debba andare male, ad alcuni in modo discreto, mentre ad uno ed uno solo va bene. Se il malessere è generale dovrebbe colpire più o meno tutti. Da qui la sensazione della diversità della Germania. Le economie le fanno gli uomini e quindi creano gerarchie. La Svizzera è fatta di montagne e di un territorio avaro di opportunità per l’opera dell’uomo eppure oggi la Confederazione è ai vertici della produttività e della competitività.

Se non c’è dialettica
si afferma la falsità

di Pino Roma
Se non c’è dialettica si afferma la falsità

Sta scomparendo la dialettica, sommersi come siamo da un’infinità di affermazioni perentorie. Ce ne accorgiamo, giorno dopo giorno, in un sempre più allargato coacervo d’indignazione e comune corresponsabilità. Ciò che si è terribilmente perso è il piacere intellettuale di ragionare con l’altro sapendo ascoltare opinioni diverse dalle nostre, dalle quali trarre elementi utili per temperare i nostri convincimenti. C’è sempre un’altra via, un altro punto di vista, uno sguardo più arioso da cui osservare fatti e situazioni con maggiore serenità d’animo e minore animosità.

Tutti in groppa
al colombiano
verso l’Europa

di Andrea Benigni
Tutti in groppa al colombiano verso l’Europa

Esplode il miglior Zapata della stagione e quasi dimentichi che mancava Ilicic, il grimaldello che fa saltare le difese avversarie. Il colombiano in versione mitraglia (ieri si è regalato una tripletta) ha tradotto in punti pesanti il coraggio e la personalità dell’Atalanta, che a Udine non ha giocato una partita eccezionale, ma concreta. A dare spettacolo ci ha pensato Zapata, raccogliendo una spizzata di testa di Toloi sul primo gol e capitalizzando due iniziative di Hateboer (in giornata di grazia come il brasiliano) sugli altri due.

Il clima prima emergenza
La politica non ignori la scienza

di Diego Colombo
Il clima prima emergenza La politica non ignori la scienza

«Lo stato di salute del pianeta ci impone il massimo sforzo e anche di fare presto. Faremo di tutto per innalzare l’ambizione dell’Italia e per trainare gli altri Paesi». Così si è espresso il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, nell’occasione della Conferenza mondiale dell’Onu sul clima, la Cop24, a Katowice in Polonia. Si chiama Cop24 perché è la 24.a Conferenza delle Parti, ovvero degli Stati firmatari dell’Unfccc, la Convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici di Rio del 1992, la prima storica intesa per il contrasto del riscaldamento globale provocato dalle emissioni umane di gas serra.