Ponte di Calusco, l’annuncio di Toninelli «Nominato il commissario straordinario»
Gli appuntamenti
«Sopra le nubi...» Foto del Giorno «Sopra le nubi...»

Salvini pigliatutto
5 Stelle in affanno

di Andrea Ferrari
Salvini pigliatutto 5 Stelle in affanno

Le elezioni a Trento e Bolzano contengono sicuramente elementi peculiari, di una terra di confine e, in particolare nell’Alto Adige, di convivenza tra gruppi etnici e linguistici non sempre facile (ancorché considerata un modello in Europa). Terre dove si vive bene, dove la crisi economica è arrivata attutita e dove il rapporto con l’Europa è così stretto che basta allungare un braccio per stringere la mano di un abitante di Monaco o di Innsbruck. Terre dove la convivenza con gli immigrati (che ci sono: basta guardare le vie di Bolzano e contare i burka) non ha mai creato veri problemi. E tuttavia al netto di questa peculiarità, quel voto contiene dei segnali inequivocabili per ciò che potrebbe avvenire alle elezioni europee.

Manifatturiero
e nodi irrisolti

di Beppe Facchetti
Il decollo industriale e i nodi non risolti

Aver scelto di tenere l’assemblea annuale di Confindustria Bergamo dentro l’aeroporto, ha una evidente valenza simbolica, o addirittura programmatica. Orio è infatti non solo la più performante infrastruttura bergamasca, e storicamente l’esito felice di una collaborazione tra pubblico e privato, ma anche la sintesi della moderna identità di Bergamo: l’ormai consolidata vocazione all’export e all’internazionalizzazione e la capacità di decollare al di sopra del provincialismo, per guardare lontano. Il messaggio è confermato dalla presenza di relatori scelti dall’eccellenza di un mondo, quello delle reti fisiche – trasporti aerei e ferroviari – che un territorio leader in Europa nella manifattura, considera decisive per il proprio ruolo protagonista sui mercati.

Ripartiti col turbo
Un colpo anti crisi

di Andrea Benigni
Ripartiti col turbo Un colpo anti crisi

L’Atalanta riparte col turbo. Roba da semaforo verde di Formula Uno, acceleratore a tavoletta e colpo di frusta alle paure di una crisi di risultati che cominciava a farsi preoccupante. Con un piccolo grazie anche al calendario, che nel momento più delicato ha servito ai nerazzurri un digeribile bollito nel menu della nona giornata di campionato.

Da Clusone ad Amsterdam
per studiare in Europa

di Michela Gaiti
Catherine, a 19 anni vola Amsterdam Da ragazza alla pari agli studi europei

Catherine Kyarpi Afuure, nata a Clusone, a 23 anni frequenta la facoltà di European Studies in Olanda. Per mantenersi lavora come supervisor da Starbucks. Biglietto sola andata: destinazione Amsterdam. Una valigia colma di tante incertezze, quelle che caratterizzano i 19 anni, e tanta voglia di scoprire. Aveva 19 anni quando nell’agosto 2014 Catherine Kyarpi Afuure, italo ghanese nata e cresciuta a Clusone, decide di lasciare l’Alta Valle Seriana, per raggiungere la capitale dell’Olanda per vivere un’esperienza da ragazza alla pari.

Bergamo l’altra Venezia
Festeggiamo i seicento anni

di Diego Colombo
Bergamo l’altra Venezia Festeggiamo i seicento anni

«Terra che ’l Serio bagna e ’l Brembo inonda» scriveva Torquato Tasso nel sonetto dedicato alla terra natale del padre Bernardo. La provincia di Bergamo conta oltre un milione e centomila abitanti. L’ottava italiana per popolazione e la terza, dopo Torino e Cuneo, per numero di Comuni: ben 243. Custodisce due siti Unesco: l’anno scorso le Mura venete si sono aggiunte al villaggio operaio di Crespi d’Adda, nell’elenco fin dal 1995 per preservarne l’eccezionale stato di conservazione.