L’Atalanta s’arrende a S. Siro contro il Milan: 2-0. Decisivi 2 gol nella ripresa

Lettura 4 min.
La delusione dei giocatori dell’Atalanta: la corsa verso l’Europa è sempre più difficile (Magni)

Niente da fare per l’Atalanta a San Siro: il Milan ha vinto per 2-0 sbloccando il risultato nel secondo tempo e se i rossoneri, in attesa di Cagliari-Inter, sono a un punto dallo scudetto la corsa verso l’Europa dei nerazzurri bergamaschi è diventata più complicata. È emersa la maggior determinazione del Milan che ha sfondato con i suoi due giocatori più forti, Leao e Theo Hernandez. Sicuramente l’Atalanta, che attende Sampdoria-Fiorentina e Juventus-Lazio di lunedì 16 per inquadrare con maggior nitidezza la sua situazione, si presenterà all’ultima giornata di campionato, contro l’Empoli al Gewiss Stadium, in ottava posizione e dovrà sperare in un passo falso altrui per agguantare in extremis la qualificazione in Europa.

49’ Fine partita, Milan-Atalanta 2-0.

Ansa

La delusione di Gian Piero Gasperini

47’ Ammonito Bennacer.

45’ 4’ di recupero.

42’ Ammonito Malinovskyi per un fallo su Kalulu. L’ucraino era diffidato e dunque salterà Atalanta-Empoli.

41’ Lunga azione dell’Atalanta conclusa da un destro dall’interno dell’area di Zapata con deviazione in corner di Maignan.

40’ Rebic riesce a sfondare e scocca un destro potente, super parata di Musso.

38’ Tiro da fuori area di Messias, para Musso.

35’ Entrano Scalvini per Hateboer e Demiral per Palomino.

35’ Entrano Bakayoko per Krunic e Florenzi per Calabria,

30’ GOL Coast to coast di Theo Hernandez che si beve tutta l’Atalanta con irrisoria facilità, entra in area e con un preciso diagonale rasoterra di sinistro fulmina Musso sulla sinistra del portiere.

Ansa

Theo Hernandez esulta dopo il gol del 2-0

26’ Corner da sinistra di Malinovskyi, schiacciata di testa di Zapata e la palla si perde non lontano dal palo alla sinistra di Maignan.

25’ Entra Boga per Pessina.

24’ Rasoterra da fuori area di Rebic respinto da Palomino.

22’ Ammonito Kessie per un fallo su Pessina.

18’ Entra Bennacer per Tonali.

16’ Reagisce l’Atalanta: da Malinovskyi in area per Zapata che evita Theo Hernandez e calcia alto.

11’ GOL Segna Leao: controllo di testa sull’attacco di Koopmainers e tiro di destro dall’interno dell’area che passa sotto le gambe di Musso. L’Atalanta protesta per un probabile fallo di Kakuku su Pessina in avvio dell’azione, ma il Var decreta la regolarità del’azione.

Ansa

La gioia di Rafael Leao dopo il gol che ha sbloccato il risultato

10’ Entrano Zapata per Muriel e Malinovskyi per Pasalic.

10’ Entrano Messias per Saelemaekers e Rebic per Giroud.

9’ Una punizione di Theo Hernandez s’infrange sull’esterno della rete.

8’ Ammonito Koopmeiners per un fallo su Theo Hernandez.

2’ Un tentativo da sinistra di Zappacosta è deviato dal polpaccio di Calabria in corner.

1’ Nessun cambio in avvio di ripresa.

Ripresa al via alle 19,07

Secondo tempo

Atalanta in partita dopo il primo tempo della supersfida di San Siro contro il Milan: i rossoneri hanno avuto un approccio molto determinato, ma con il trascorrere dei minuti i nerazzurri si sono organizzati e non hanno corso rischi non disdegnando puntate in contropiede.Non ci sono state limpide palle-gol. Da segnalare una fiondata di Muriel al 31’ con plastica parata di Maignan. L’attaccante colombiano sembrava essersi infortunato al 22’ e invece ha ripreso a giocare normalmente.

47’ Fine primo tempo, Milan-Atalanta 0-0.

45’ 2’ di recupero.

43’ Il Milan protesta per un contatto tra Giroud e Djimsiti, ma è davvero lieve e fuori area. L’arbitro Orsato lascia correre.

42’ Da Saelemaekers a Leao, tiro fuori da fuori area.

38’ Zappacosta esplode il destro da fuori area sulla sinistra, ma non centra lo specchio della porta.

31’ Fiondata di destro da fuori area di Muriel, plastico tuffo di Maignan sulla sua sinistra e il portiere rossonero blocca la sfera.

28’ Primo tentativo dell’Atalanta: corner da sinistra di Muriel, mischia e Palomino tenta la conclusione di sinistro ma è inoffensiva: il pallone s’impenna e Maignan aggancia in presa.

22’ Muriel tenta di liberarsi in area sulla sinistra di Kalulu e Calabria, ma è fermato e si accascia a terra.Sembra un problema muscolare, ma il colombiano riprende a giocare.

21’ Velleitario destro a giro di Leao da sinistra, para Musso.

18’ Un rasoterra da fuori area di Tonali è impreciso.

17’ Palomino ferma un tentativo di incursione in area di Theo Hernandez.

16’ Punizione dalla trequarti destra di Tonali, de Roon anticipa Leao di testa.

10’ Primi dieci minuti senza nessuna palla-gol. I rossoneri sono molto propositivi, ma l’Atalanta si difende bene.

Super sfida di San Siro al via alle 18,01. Mister Gasperini mantiene la tradizionale difesa a tre con de Roon indietro sulla destra, Palomino centrale e Djimsiti a sinistra. Nel centrocampo a quattro Koopmeiners e Freuler centrali con Hateboer e Zappacosta sulle corsie esterne. In avanti Pasalic e Pessina a supporto di Muriel, unica punta.

Il primo tempo

In palio scudetto e passaporto per l’Europa, anche se non ci saranno comunque verdetti definitivi nella partitissima di San Siro dove si stanno sfidando Milan e Atalanta in uno stadio gremito che tenterà di trascinare i rossoneri. Diciamo subito che il Milan per vincere lo scudetto senza affidarsi alle disgrazie dell’Inter deve raggranellare quattro punti nelle ultime due partite (è a +2 sui cugini, 80 a 78, ed è in vantaggio sulle sfide dirette), mentre l’Atalanta, dopo il clamoroso pareggio casalingo della Roma contro il retrocesso Venezia, tra l’altro ridotto in 10 per più di un tempo, è tornata padrona del proprio destino nel senso che con sei punti nella volata finale sicuramente avanzerà di una posizione superando la Roma e passando perlomeno dall’ottava alla settima posizione, garante della partecipazione alla Conference League. Ma, visto che nessuna delle squadre in corsa sta correndo (solo la Lazio quinta è quasi a cavallo con 62 punti; la Roma è a 60; Fiorentina e Atalanta a 59), è probabile che potrebbero bastarne anche meno. E dunque l’ipotesi di un pareggio, che consentirebbe a Milan e Atalanta di restare in corsa per i loro obiettivi, non è da escludere.

Se non ci sono dubbi sul modulo sul Milan, i rossoneri giocheranno con il consueto 4-2-3-1, c’è curiosità per vedere come si disporrà l’Atalanta di Gasperini.

Le due formazioni ufficiali

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria (35’ st Florenzi), Kalulu, Tomori, Theo Hernandez; Kessie, Tonali (18’ st Bennacer); Saelemaekers (10’ st Messias), Krunic (35’ st Bakayoko), Leao; Giroud (10’ st Rebic). In panchina: Tattarusanu, Mirante, Ballo, Brahim Diaz, Ibrahimovic, Romagnoli, Gabbia. All. Pioli.

ATALANTA (3-4-2-1): Musso; de Roon, Palomino (35’ st Demiral), Djimsiti; Hateboer (35’ st Scalvini), Koopmeiners, Freuler, Zappacosta; Pessina (25’ st Boga), Pasalic (10’ st Malinovskyi), Muriel (10’ st Zapata). In panchina: Sportiello, Rossi, Maehle, Mihaila, Miranchuk. All. Gasperini.

ARBITRO: Orsato di Schio (Preti-Giallatini/Rapuano/Var Irrati, A. Var Dionisi).