< Home

Atalanta brutta brutta, ma pazienza. Coppa Italia arrivederci, c’è di meglio da conquistare

Articolo.

Lettura 1 min.

N o, non è una tragedia lasciare la Coppa Italia essendo quarti in campionato e agli ottavi di Champions. Certo, la gioia con cui i fiorentini hanno accolto questa vittoria, come fosse un’impresa da scrivere negli annali, la dice tutta sulle «proporzioni» ribaltate nel calcio. Firenze era da sempre davanti all’Atalanta, ora se la Fiorentina batte l’Atalanta esulta una città. Faremmo cambio? Mai. Anche se non è mai bello perdere, non è mai bello vedere una partita con così poca qualità dalla parte dell’Atalanta, non è mai bello buttarla via dopo averla raddrizzata e avere in campo un uomo in più. Certo, il popolo atalantino è abituato talmente bene che immaginerebbe ogni volta 5 gol, ogni volta una squadra che fa sfracelli, che sbriciola gli avversari, che chiude le partite a fine primo tempo. Questo non succede nel mondo normale, e l’Atalanta è una squadra di uomini.