Gomez non al top? I dati spiegano le posizioni (e Rigoni non è Ilicic)

Ecco la match analysis completa della vittoria dell’Atalanta al Friuli. Ancora una volta il capitano sembra rendere meno del suo potenziale, ma c’è una spiegazione tattica che non è scontata

Lettura 3 min.

L a partita di Udine, che rimette l’Atalanta in corsa per l’Europa (ora ad un solo punto), ha visto un primo tempo più equilibrato ed un secondo tempo decisamente più a favore dei nerazzurri. Gasperini si dispone con il solito 3-4-1-2, e mister Nicola gli risponde con un 5-4-1 (utilizzato fino al 28° minuto del s.t., per poi diventare un 4-4-2 nel tentativo di recuperare il risultato). Parte bene l’Atalanta, ed il vantaggio arrivato dopo 2 minuti sugli sviluppi di un calcio d’angolo, sembra regalare un pomeriggio in discesa agli uomini di Gasperini.

Invece l’Udinese di mister Nicola, reagisce aumentando l’intensità. Così per un buon quarto d’ora, il possesso palla è più incerto, e l’Atalanta, aggredita, nei primi 15 minuti perde 17 volte la palla (contro le 12 palle perse dall’Udinese).

Guarda gli high lights