Incognita Frosinone. Ma ecco un errore da non ripetere

Esonerato Longo, la prossima avversaria sotto la guida di Baroni ha cambiato modulo in ogni partita, passando dalla difesa a 3 alla difesa a 5. Eppure predilige la linea a 4. Intanto, dalla partita d’andata ecco un contropiede concesso... meglio non ripetersi

Lettura 2 min.

L a sconfitta interna contro il Sassuolo del 12 dicembre scorso è costata il posto al tecnico Moreno Longo. Nelle prime 16 gare di campionato, il Frosinone aveva raccolto solo 8 punti, con solo 11 reti segnate (peggior attacco della Serie A), e ben 35 gol subiti (peggior difesa). Il presidente Maurizio Stirpe ha allora pensato di dare una sterzata al campionato del Frosinone ingaggiando Marco Baroni (ex tecnico del Benevento). Per dire il vero, non c’era la fila per sedersi sulla scomoda panchina dei gialloblu, il cui destino nella massima divisione pare segnato.

Cosa ha cambiato Baroni? Poco

Ma cosa ha cambiato Baroni rispetto al suo predecessore? Per il momento poco. Anche se mentre scriviamo il mercato aperto e la sosta del campionato avranno permesso al nuovo tecnico di mettere mano ai moduli e principi di gioco.