Il GGG - Il Grande Gigante Gentile

Regia: Steven Spielberg

Genere: Avventura

Anno: 2016

Con: Mark Rylance, Ruby Barnhill, Bill Hader, Jemaine Clement, Penelope Wilton, Rebecca Hall, Daniel Bacon, Chris Gibbs, Adam Godley, Jonathan Holmes, Paul Moniz de Sa, Olafur Olaffson, Ólafur Darri Ólafsson, John Emmet Tracy, Michael Adamthwaite

La giovanissima Sophie, 10 anni, vive a Londra e non immagina quel che a breve le accadrà. Una notte, infatti, il GGG (Grande gigante gentile) la rapisce portandola con sé nella caverna. Il GGG è sì un gigante ma, nonostante l'aspetto intimidatorio, è molto diverso dagli altri abitanti del Paese dei Giganti che come San-Guinario e Inghiotticicciaviva si nutrono di bambini. Lui è vegetariano. Sophie, dapprima spaventata dall'ormone, si accorge presto che GGG è in realtà molto dolce e che può insegnarle cose meravigliose. E in effetti, il GGG porta la piccola nel Paese dei Sogni e le spiega tutti i misteri e la magia legati all'universo onirico. Man mano il rapporto tra la ragazzina e il gigante si fa più stretto e i due decideranno, insieme, di sbarazzarsi una volta per tutti i giganti cattivi quando questi si mostrano pronti a fare una nuova strage... Presentato fuori concorso al Festival di Cannes 2016, il nuovo film di Steven Spielberg, che torna in cabina di regia a un anno da "Il ponte delle spie", per portare sul grande schermo la storia narrata nell'omonimo romanzo di Roald Dahl (il geniale autore britannico le cui opere per l'infanzia sono alla base di svariati film tra cui "Matilda 6 mitica," del 1996, "a fabbrica di cioccolato" del 2005 e "Fantastic Mr. Fox" del 2009) uscito nel 1982 (anno in cui il regista diresse "E.T. - L'extra-terrestre") e da cui era già stato tratto un film d'animazione britannico nel 1989 intitolato "Il mio amico gigante". Spielberg si cimenta, dunque, ancora una volta a raccontare una fiaba che parla di anime solitarie e della ricerca di un posto nel mondo, riuscendo a portare sul grande schermo quella mescolanza di luce e tenebre che percorre l'opera di Dahl.