I finlandesi multati per le Ztl a Bergamo «E io da loro in un parcheggio vuoto»

I finlandesi multati per le Ztl a Bergamo
«E io da loro in un parcheggio vuoto»

Vicissitudini di esperienze all’estero: la famiglia finlandese che torna da Bergamo con 600 euro di multa per essere trasitata ben 3 volte con l’auto a noleggio nel varco Ztl di piazza Pontida, e il bergamasco che si è visto ricambiare il favore nel Paese del profondo Nord.

Procediamo con ordine, cominciando da quanto raccontato da L’Eco di Bergamo del 4 dicembre. Protagonisti la famiglia finlandese Ermilä, ospite a Bergamo nei mesi scorsi. Con un’auto a noleggio è transitata ben 3 volte non autorizzata nel varco che controlla la Ztl (Zona a traffico limitato) di piazza Pontida. Fatti 2 calcoli pare che 180 dei 600 euro di multa se ne andranno solo in pratiche per il pagamento delle sanzioni medesime.

La Ztl in piazza Pontida

La Ztl in piazza Pontida

Il turista è arrabbiatissimo, dice di sentirsi vittima di una «truffa» perché, spiega, le indicazioni della Ztl non sono abbastanza visibili: «La multa è arrivata perché siamo passati da una zona Ztl ogni sera – scrive il turista –. Ma il cartello non l’abbiamo mai notato, perché era impossibile da vedere e incomprensibile per un turista. Oltretutto anche il navigatore satellitare noleggiato presso l’agenzia ci ha indirizzato in quella direzione. Non avevamo idea che stessimo violando la legge». Il turista finlandese, evidentemente esasperato dalla situazione, si lascia andare anche a uno sfogo: «Non mi resta che pensare che tutto questo sia solo una truffa organizzata per fare soldi con i turisti».

Ma siccome tutto il mondo è Paese, c’è chi ha vissuto esperienze ugualmente strane a diverse latitudini, come si legge nella mail arrivata in redazione: «Leggo oggi in prima pagina la notizia che alcuni turisti dovranno pagare circa 600 euro per aver transitato in Ztl. Gli stessi, leggo, accusano di truffa. Cosa dovrei dire io allora che quando sono stato da loro ho parcheggiato in un parcheggio coperto di 300 posti letteralmente vuoto (zero macchine!) beccandomi una multa per un controvalore di 70 euro perché avevo parcheggiato leggermente fuori dalle strisce? Ribadisco: parcheggio coperto letteralmente vuoto. Come la devo considerare, una truffa o un abuso di potere? Di conseguenza gli amici di Tampere come si potrebbero giustificare?».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (27) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
GianMaria Trovenzi scrive: 05-12-2014 - 14:54h
Sempre sulla nostra A4, per non parlare dei suv con targa straniera che ti superano come un razzo mentre viaggi a 130km/h, lascio immaginare a quale velocità questi vadano. Corre voce che lo fanno perché tanto la multa non gli arriverà mai, per ragioni tecniche e burocratiche, in quanto residenti all'estero. Mai una volta di avere la "soddisfazione" di vedere una volante che li insegue: niente, zero, capita di percorrere centinaia di chilometri senza vederne l'ombra. Intanto però siamo alle solite, l'impressione è che da noi ognuno faccia ciò che gli pare, specialmente se non italiano.
claudio locatelli scrive: 05-12-2014 - 13:04h
E' proprio vero che gli svizzeri non pagano le multe! sulla A4 sfrecciano a 160 km/h con Tutor in funzione tutti i giorni e non vedo mai una pattuglia o auto civetta della stradale che ne blocchi uno che sia uno! Su poliziotti che sull'autostrada potete disporre delle alfa 159 2.4 td che non sono poi delle lumache! basta calcare un po' l'acceleratore per cattare gli svizzeri!!! e far pagare loro la multa seduta stante, naturalmente!!!!
BologniniM
Massimo Bolognini scrive: 05-12-2014 - 11:51h
Smethwick piccola cittadina vicino Birmingham, auto a noleggio parcheggiata senza altre auto vicino e senza divieti (a vista). Equivalente di 43€ di divieto di sosta per non aver pagato il parchimetro (addebitato dall'agenzia di noleggio). Svizzera ho superato il limite di velocità su strada fuori centro abitato di 20km/h. Autovelox della Polizia Cantonale (in Svizzera non vige l'obbligo che siano segnalati né quelli mobili né quelli fissi) per il un conto di 1100,00€ + 250€ di spese pratica. Il tutto calcolato in base al mio reddito e con denuncia penale. Dopo tutto questo non ho mai pensato che volessero evitare i turisti...ma che IO non ero stato attento mentre guidavo. Continuo comunque ad andare in Inghilterra e in Svizzera.
Francesco Duina scrive: 05-12-2014 - 11:21h
Le precedenti Amministrazioni hanno preferito mettere cartelli e segnalazioni in dialetto bergamasco invece che in inglese, poiché immagino che non molti finlandesi conoscano il dialetto nostrano saranno improvvidamente cascati nel trappolane!
Vedi tutti i commenti