C’è un po’ di made in Bergamo nell’Expo di Astana 2017

C’è un po’ di made in Bergamo
nell’Expo di Astana 2017

Una società un po’ bergamasca curerà la gestione dei Servizi di business matching fra le Imprese.

Sarà e-venti Kazakhstan, società di diritto kazako - nata dalla collaborazione tra la bergamasca e.20 srl, Elisabetta Lanfranchi (da quindici anni protagonista nel marketing, comunicazione, relazioni esterne ed eventi, tra cui una significativa esperienza in Expo Milano 2015) e alcune realtà locali gestite da Marco Beretta - ha sottoscritto un accordo con Expo 2017 Astana per la gestione dei Servizi di business matching fra le Imprese che, dal 10 giugno al 10 settembre, parteciperanno all’Esposizione universale nella capitale della Repubblica EurAsiatica.

«Future Energy», questo il titolo scelto per Expo 2017 Astana, sarà imperniato sui temi della produzione responsabile ed efficiente di energia, nell’immediato futuro, oltre al rapporto con l’ambiente, per cui particolare attenzione sarà riservata alle energie rinnovabili. «In sostanza –spiega Elisabetta Lanfranchi - attueremo un Progetto, alla cui messa a punto abbiamo dedicato un anno di lavoro, teso a replicare ad Astana le best practise di Expo 2015, adattandole alle specifiche esigenze del Paese ospitante. Questa iniziativa nasce dall’esperienza di e.20 Srl in ambito di Expo Milano, dove abbiamo gestito l’area di Cascina Merlata e stretto le relazioni con il sistema italiano protagonista nella Manifestazione Universale Italiana, con il quale stiamo dialogando per poter dare continuità ad alcune iniziative che potrebbero avere il loro spazio nel nostro progetto tutto kazako». I visitatori attesi a ‘Future Energy’ sono circa 5 milioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA