La Cospal  verso l’infinito e oltre Sarà fornitore diretto della Nasa

La Cospal verso l’infinito e oltre
Sarà fornitore diretto della Nasa

Da un capannone di Ambivere allo spazio passando per la Nasa. Due belle notizie per la Cospal (acronimo di Costruzioni speciali in alluminio).

La prima: un nuovo contratto con la Nasa per la costruzione di due nuove maxi antenne paraboliche dal diametro 34 metri - grandi come un campo di calcio, per intenderci- che serviranno a captare i segnali inviati dalle sonde spaziali impegnate nell’esplorazione dello spazio oltre il sistema solare. La seconda: la «promozione» a fornitore diretto dell’Agenzia civile responsabile del programma spaziale degli Stati Uniti.

«Un riconoscimento importante del nostro lavoro e della qualità del nostro prodotto, prima il main contractor era un’azienda Usa. La Nasa però, per essere sicuri che fossimo noi a fornire determinati componenti, ha preferito l’acquisto diretto e questo è un grande motivo d’orgoglio» spiega il presidente Loris Rota Martir, 47 anni. Insieme al fratello Giuliano, consigliere delegato, guida l’azienda dal 2009 dopo la scomparsa del padre Giambattista che l’aveva fondata 35 anni fa accogliendo la sfida, da piccolo produttore di serramenti in alluminio, di entrare nel settore aerospaziale.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 30 luglio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (2) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Graziano Rosponi scrive: 30-07-2017 - 10:32h
Questo dimostra che la crisi c'è solo per i prodotti banali che ormai sanno fare tutti. Complimenti e auguri ai titolari e alle maestranze.
luigi cucchi scrive: 30-07-2017 - 09:00h
Bravi e lungimiranti. Complimenti.... anche per i posti di lavoro......