Ubi Banca, nuove offerte di lavoro Ecco le candidature per il 2017

Ubi Banca, nuove offerte di lavoro
Ecco le candidature per il 2017

Ubi Banca punta sui nuovi talenti e sull’esperienza. Aperte posizioni specializzate e non, a seguito del nuovo patto con le organizzazioni sindacali. Lo segnala un sito web specializzato in ambito legale.

Ubi banca dà opportunità di lavoro a giovani e non, promettendo assunzioni per lavoratori esperti e giovani laureati. L’impulso all’attività di reclutamento è stato dato dal nuovo piano industriale 2019 – 2020, intesa siglata tra il gruppo bancario e i sindacati e teso all‘uscita, su base volontaria, di 600 dipendenti circa, che accederanno anticipatamente al trattamento pensionistico. L’uscita, secondo l’intesa, si sarebbe completato entro lo scorso 31 gennaio, e, stando a quanto affermato dal gruppo bancario, ad esso seguiranno circa 200 assunzioni entro il 2018.

Ubi Banca cerca nuovi talenti da inserire nell’ambito della Banca di Rete e nei ruoli di risk management, pianificazione e controllo risorse, organizzazione, auditing. L’attività sarebbe inizialmente di front office, ma con promettenti possibilità di sviluppo professionale nell’ambito della gestione delle relazioni commerciali. L’offerta lavorativa è indirizzata a giovani laureati in discipline giuridiche – economiche, che abbiano una buona conoscenza dell’inglese e dei sistemi Office Automation.

Il processo di selezione sarà in più fasi: test comportamentali e attitudinali svolti principalmente online e prove presso assesment center tese a valutare le capacità personali e professionali dei candidati.

La ricerca di nuove figure professionali è indirizzata anche a specialisti di settore, che abbiano avuto un percorso accademico brillante, nonché possiedano un’ottima conoscenza della lingua inglese. Ecco alcuni dei professionisti richiesti al momento: specialista in capital management; gemmologo perito estimatore; gestore equità di portafoglio; web graphic designer; specialista pricing; software developer; project manager; specialisti in financial risk management e pricing; programmatori Cobol; assunzioni e stabilizzazioni. Le posizioni lavorative saranno coperte attraverso nuove assunzioni e circa 130 stabilizzazioni del personale già impiegato a tempo determinato.

Altre 700 uscite sono previste per il 2018, con relative nuove assunzioni in un’ottica di contenimento dei costi.Per candidarsi si rimanda alla sezione «Lavora con noi» del Gruppo, registrandosi on line ed inserendo il proprio cv nel form apposito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA