Aiutare le donne colpite dal cancro al seno A Bergamo ci sono le «Amiche per mano»

Aiutare le donne colpite dal cancro al seno
A Bergamo ci sono le «Amiche per mano»

Si chiama «Amiche per mano», ed è un’associazione di volontariato per combattere il tumore al seno in collaborazione con la Senologia di Humanitas Gavazzeni. Un progetto che sostiene le tante donne colpite da questa malattia.

Supportare le donne che hanno vissuto o che stanno vivendo l’esperienza del tumore al seno attraverso il sostegno psicologico, morale e materiale, promuovendo al tempo stesso la prevenzione e la diagnosi precoce della malattia. E dando il proprio apporto alla Senologia di un ospedale quale Humanitas Gavazzeni. È questo l’obiettivo principale dell’Associazione «Amiche per mano»di Bergamo, formata da un gruppo di donne che hanno condiviso l’esperienza del tumore al seno e che nasce in collaborazione con l’Unità di Senologia di Humanitas Gavazzeni.

La presentazione ufficiale di «Amiche per mano» si è svolta il 17 ottobre, in Humanitas Gavazzeni, alla presenza del direttore generale di Humanitas Gavazzeni Giuseppe Fraizzoli, del dottor Massimo Grassi, responsabile della Senologia dell’Ospedale, di Elena Pellorini, presidente dell’Associazione, e di diverse socie.

«Abbiamo voluto fondare un’associazione di volontariato che aiuti altre donne che si trovano a combattere la stessa malattia – racconta Elena Pellorini - Siamo state fortunate: abbiamo superato un percorso tortuoso che ci ha messe duramente alla prova ma, al contempo, ci ha rese più consapevoli di noi stesse e dell’importanza che ha l’essere “prese per mano” nell’affrontarlo. Questo è l’aiuto che abbiamo sperimentato anche grazie al personale di Humanitas Gavazzeni, e che ora desideriamo condividere con le nostre Amiche perché, siamo convinte, “Insieme si può vincere” davvero. Abbiamo registrato l’Associazione lo scorso aprile, e ora ci sentiamo pronte a dare il nostro contributo, mettendoci tempo e cuore. Desideriamo organizzare e promuovere iniziative che aiutino le donne colpite dal cancro a raggiungere un pieno recupero fisico e psicologico e a dimenticarsi, almeno per un po’, della paura…Vorremmo accompagnarle nel ritrovare la gioia di vivere e nello scoprire una femminilità nuova, ma non per questo meno ricca».

«Oggi le Brest Unit o centri di senologia multidisciplinari, come il nostro di Humanitas Gavazzeni, non possono non avere al loro interno, per accompagnare la donna nell’intero percorso della malattia, un’associazione di donne che hanno vissuto l’esperienza del tumore al seno – dice il dottor Massimo Grassi -. Anche noi quindi abbiamo voluto creare questo gruppo, non solo perché le delibere regionali lo chiedono ma perché ne sentivamo l’esigenza e perché c’erano delle nostre ex pazienti motivate a dare il loro contributo. Sarà una sinergia utile per pensare a iniziative e azioni a scopo formativo e informativo che rafforzino nella donna la sicurezza di essere seguita da un team di specialisti e volontari dedicati».

Il direttore generale di Humanitas Gavazzeni, Giuseppe Fraizzoli, da parte sua ha applaudito all’iniziativa che crea un legame forte e costruttivo tra chi cura e chi, ricevuta la cura, si fa portatore di aiuto e sostegno per altre persone. «Tornare sulla malattia che è entrata nella propria vita sconvolgendola – aggiunge Giuseppe Fraizzoli – , e rivivere situazioni e condizioni del passato, risolte o in via di risoluzione, non è facile e richiede un forte spirito di servizio verso l’altro. Le donne sono forti e questa associazione dimostra, anche nel nome che si è data, come “darsi la mano” da “amiche” sia importante nella battaglia contro la malattia. Ho dato il mio appoggio convinto alla nascita di questa associazione fin dall’inizio e oggi sono contento che possa essere nostro partner nella lotta comune al tumore al seno».

Tra le prime iniziative dell’Associazione, per farsi conoscere e per raccogliere contributi, c’è uno spettacolo teatrale offerto e presentato dalla compagnia Senzafili di Arese in programma il 27 ottobre, ore 20,45, a Paderno Dugnano presso l’Area Metropolis 2.0 di via Oslava 8. Per informazioni sull’Associazione, www.amichepermano.it; www.humanitasgavazzeni.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA